×

Stadi chiusi, l’Inter tra i club più colpiti

Condividi su Facebook

I club continuano a fare i conti con importanti perdite dal punto di vista degli introiti.

In seguito al Dpcm del Governo che ha stabilito la chiusura degli stadi al fine di contrastare la diffusione del coronavirus, i club continuano a fare i conti con importanti perdite dal punto di vista degli introiti.

L’Inter tra i club più colpiti

La chiusura degli stadi al fine di contrastare la diffusione del Covid-19 sta rappresentando una notevole perdite in termini di introiti per i vari club italiani. Come ricorda Libero: “Ogni giornata senza pubblico porta con sé danni consistenti: almeno 7-8 milioni a turno e poco meno di 300 milioni di solo botteghino – in media il 14% del fatturato di ciascun club, secondo i calcoli di Calcio e Finanza – se l’intero campionato 2020/21 dovesse disputarsi con le tribune vuote.

Con la nuova data di scadenza, si giocheranno senza tifosi anche Juve-Napoli e Lazio-Inter”.

La Signora è la regina delle perdite: l’Allianz Stadium vale almeno 2,5 milioni di euro di media a partita, ma la cifra cresce enormemente fino a sfondare quota 4 milioni con i big match e le gare di Champions League. Nel 2018/19, la voce stadio valeva 70 milioni nel bilancio bianconero. Seguono a ruota Inter e Milan che possono contare sull’affetto dei loro supporter e sulla maggiore capienza di San Siro (rispettivamente 2,1 e 1,7 milioni ogni 90’ di A, 49 e 39 milioni a bilancio)”.

Dati interessanti, che mostrano come l’Inter sia tra i club più colpiti, con una perdita di quasi 50 milioni. Circa 10 in più rispetto al Milan, con entrambe le società che sperano di poter occupare almeno parzialmente San Siro in occasione del derby che avrà luogo il prossimo 17 ottobre.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.