×

Juventus-Novara 5-0: buona la prima per Pirlo

Condividi su Facebook

La nuova Juventus di Pirlo sconfigge in amichevole il Novara, tra conferme, ritorni e cambi tattici inaspettati.

juve novara
juve novara

Nella prima uscita stagionale in amichevole contro il Novara, la Juventus di Andrea Pirlo cala un netto 5-0 che fa bene sperare in ottica campionato. Ad aprire le danze Cristiano Ronaldo, chiuse da una doppietta a sorpesa del giovane Portanova.

Nel mezzo trovano gloria Ramsey e Pjaca, talenti di cristallo, ma sul quale Pirlo sembra voler puntare fortemente.

Juventus-Novara: pokerissimo di Pirlo

È proprio il caso di dirlo: buona la prima per la nuova Juventus di Andrea Pirlo, che stravince l’amichevole con il Novara 5-0. Un risultato che va aldilà delle aspettative, visto che l’ex centrocampista della Juventus fino a quel momento non aveva mai guidato una squadra in veste di primo allenatore, nenache nelle categorie inferiori.

Il neo tecnico schiera un 3-5-2 di Allegriana memoria, con Ramsey, Mckennie e Rabiot in mediana, a supporto del tandem Ronaldo-Kulusevski, in attesa della Joya Dybala, fermo ai box dal 7 agosto.

La sintesi

Ad aprire le danze ci ha pensato la certezza Cr7 che si è trovato a meraviglia con il giovane talento svedese. In rampa di lancio anche Aaron Ramsey, autore della seconda rete su sublime assist di Douglas Costa che sarebbe valdo il prezzo del biglietto.

Nel secondo tempo Pirlo ha cambiato mezza squadra, inserendo in mediana Arthur e Bentacur e in attacco il redivivo Pjaca che ha siglato il gol del pokerissimo bianconero. Nel mezzo, spazio al giovane Portanova che ha incantato la dirigenza e i compagni con una doppietta d’autore.

Buona la prova anche degli esterni e della retroguardia: nel primo tempo l’allenatore bresciano ha schierato Bonucci e Chiellini nella difesa a 4, supportati dagli esterni Cuadrado e Danilo.

Nella seconda frazione spazio a Rugani, Demiral, De Sciglio e Portanova.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.