×

Morte Maradona, reazioni da tutto il mondo per il pibe de oro

Condividi su Facebook

Morte Maradona, le reazioni dal mondo dello sport. La notizia della dipartita del pibe de oro ha sconvolto appassionati di calcio e non solo.

Morte Maradona, le reazioni
Morte Maradona, le reazioni dal mondo in lutto.

Nel pomeriggio di oggi, 25 novembre 2020, la notizia della morte di Maradona: reazioni da tutto il mondo dello sport, non solo del calcio, stanno continuando ad arrivare. El pibe de oro è deceduto a causa di un arresto cardiocircolatorio, all’età di 60 anni compiuti lo scorso 30 ottobre.

Il calciatore Pelè ha voluto rendergli omaggio così: “È triste perdere amici in questo modo. Sicuramente un giorno giocheremo a calcio insieme in cielo”.

Morte Maradona, le reazioni

Diego Armando Maradona era stato dimesso dall’ospedale dov’era ricoverato, dopo un’operazione al cervello alla quale aveva risposto bene nel post operatorio.

Come un fulmine a ciel sereno è giunta la terribile notizia della sua dipartita, che ha scatenato le reazioni di tutto il mondo, compresi politici come Toti, Salvini, Renzi e il sindaco di Napoli De Magistris.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Marek Hamšík (@marek_hamsik_17_official)

Lutto per l’Argentina

Alberto Fernandez, presidente Argentina è incredulo: “Grande tristezza per tutti gli argentini, che si moltiplica per mille pensando a cosa rappresentava per il popolo. Mi hanno scritto il presidente messicano, quello spagnolo, per farvi capire cosa era Diego nel mondo”, ha dichiarato, Ha regalato allegria a tutti. Era una persona genuina. L’ultima volta l’ho visto prima della pandemia, era venuto a trovarmi, avevamo parlato dei suoi gol più belli. E’ una perdita orribile, pensavo fosse una fake news, invece…”.

Una delle prima reazioni è stata quella di Cesar Menotti, ex c.t. dell’Argentina, che è intervenuto in diretta su TyC Sports: “Impossibile trovare le parole, c’è solo tanto dolore, sono distrutto. Non riesco a crederci, all’inizio speravo non fosse vero. Ogni volta era stato capace di riprendersi e speravo fosse così anche stavolta. Una vera tragedia”.

Molto commovente il post su Twitter dell’AFA (Asociación del Fútbol Argentino), che recita le parole: “Il presidente Claudio Tapia esprime il suo profondo dolore per la scomparsa della nostra leggenda, Diego Armando Maradona. Sarai sempre nei nostri cuori”.

Reazioni dal mondo calcio

FC Internazionale Milano, il suo presidente Steven Zhang, il Vice President Javier Zanetti, gli Amministratori Delegati Alessandro Antonello e Beppe Marotta”, fa sapere in una nota la dirigenza della squadra, “l’allenatore Antonio Conte e il suo staff, i calciatori e tutto il mondo Inter, assieme ai tifosi in tutto il mondo, si uniscono al cordoglio per la scomparsa di Diego Armando Maradona e, nel ricordarlo, abbracciano i suoi familiari”.

View this post on Instagram

A post shared by ??Fabio Cannavaro?? (@fabiocannavaroofficial)

Il presidente UEFA Aleksander Čeferin si è detto profondamente rattristato dalla notizia della morte di Maradona: “Era un’icona del calcio, ha raggiunto l’apice come un calciatore di talento, con un genio e un carisma tutti suoi”. Un comunicato della UEFA precisa la decisione di istituire un minuto di silenzio prima delle partite di Champions League ed Europa League per rendere omaggio a Diego.

View this post on Instagram

A post shared by Cristiano Ronaldo (@cristiano)

Condoglianze per la morte di Maradona anche da parte dell’SSC Napoli su Twitter: “Tutti si aspettano le nostre parole. Ma quali parole possiamo usare per un dolore come quello che stiamo vivendo? Ora è il momento delle lacrime. Poi ci sarà il momento delle parole”.

Arrigo Sacchi ha voluto diffondere il suo messaggio di cordoglio: “Stento a crederci, sapevo che era stato dimesso. Se ne va un fenomeno, una buona persona, generosa, che amava il calcio. Uno straordinario protagonista, il più grande in assoluto. Ho tre firme con dedica in un pallone, sono quelle di Pelé, Di Stefano e Maradona. Diego ha fatto sognare milioni di persone, le sue giocate erano delle imprese per altri. Giocare contro di lui era difficile, è stato un giocatore che ha evoluto il calcio. Non è mai stato un individualista, se avessi potuto l’avrei allenato volentieri”.

Come lui, anche Luciano Moggi non ha potuto che commentare sconvolto l’accaduto: “Difficile commentare. Per chi non lo ha conosciuto, posso dire che era persona eccezionale. Aveva dei problemi che tutti conoscono, ma non importa. Gli volevo bene, impossibile non volergliene. Facile parlare quando uno muore, io ci ho vissuto tanti anni insieme ed era davvero il numero uno. Sapeva dare tutto di sé stesso agli altri. Sono sconvolto”.

Le condoglianze di Conte

Pronte sono giunte anche le condoglianze da parte del premier Giuseppe Conte, attraverso un tweet. “Il mondo intero piange la scomparsa di #Maradona, che con il suo talento ineguagliabile ha scritto pagine indimenticabili della storia del calcio. Addio eterno campione”, scrive il presidente.

Come lui, anche altri personaggi della politica italiana hanno espresso il loro dolore per la morte di Maradona. Tra questi Giovanni Toti, governatore della Liguria, Matteo Salvini e Matteo Renzi. Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ne ha parlato con grande tristezza: “È morto Diego Armando Maradona, il più immenso calciatore di tutti i tempi. Diego ha fatto sognare il nostro popolo, ha riscattato Napoli con la sua genialità. Nel 2017 era divenuto nostro cittadino onorario. Diego, napoletano e argentino, ci hai donato gioia e felicità! Napoli ti ama!”.

Anche Vincenzo De Luca, governatore della Campania, ha voluto esprimere il suo cordoglio per la scomparsa dell’iconico calciatore, attraverso un post su Facebook: Ha contribuito a riaccenderne l’orgoglio, unendo generazioni che lo hanno saputo amare, capire e anche perdonare”. A corredare le parole scritte, una foto che ritrae lui assieme a Maradona, mentre si stringono la mano.

Gigi D’Alessio in lutto

Diversi cantanti e VIP hanno manifestato lutto per la dipartita del pibe de oro, tra questi il neomelodico Gigi D’Alessio, contattato telefonicamente da Fanpage.it, che lo conosceva dagli anni ’80. “La prima volta l’ho visto da Rosolino e siamo subito diventati amici, a lui piaceva cantare e io lo accompagnavo al pianoforte”, ricorda il cantautor, “Poi ho suonato alla festa del Napoli quando vincemmo lo scudetto”.

“Ha rappresentato il calcio e Napoli nel mondo. L’unico re di Napoli è stato Maradona, lui amava tanto Napoli, l’amava a livelli smisurati, tra l’altro proprio l’altro giorno a Tiki Taka hanno fatto vedere un video in cui a casa sua a Dubai io, lui, Cannavaro e Bruscolotti, cantavamo tutti insieme. Era un’amicizia vera“. Così lo ricorda Gigi D’Alessio, con la voce commossa mentre racconta.

Tra i personaggi noti in Italia, Lapo Elkann ha voluto lasciare un messaggio per il defunto Diego: “Sul web vedevo spesso la mia foto con Maradona. Era per prenderci in giro per le nostre dipendenze”, si legge nel tweet, “Loro però non sapevano che io ero onorato di stare vicino a Diego perché era un mio VERO AMICO. Mi manchi già Leggenda dal cuore d’ORO”.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine.

Leggi anche

Contents.media