×

Maradona, l’indiscrezione dall’Argentina: “È morto in povertà”

Condividi su Facebook

Secondo il giornalista Luis Ventura, Maradona sarebbe morto in difficili condizioni economiche per la sua generosità nei confronti del prossimo.

A 24 ore dalla morte di Maradona arrivano pesanti indiscrezioni in merito agli ultimi anni di vita dell’uomo simbolo del calcio mondiale, che secondo il giornalista Luis Ventura sarebbe stato “decisamente povero” al momento del decesso. El Pibe de oro avrebbe infatti pagato a caro prezzo la sua generosità nei confronti del prossimo, regalando soldi a chiunque glieli chiedesse e non riuscendo mai a mettere da parte tutto quello che aveva guadagnato durante la sua carriera, prima da calciatore e poi da allenatore.

Maradona morto in povertà

Molto amico di Maradona e della sua famiglia, Luis Ventura ha dichiarato alla trasmissione televisiva Fantina a la tarde che il calciatore argentino: “È morto decisamente povero.

Viveva dello stipendio da allenatore del Gimnasia La Plata”. L’ultimo club dove Maradona ha allenato lo avrebbe infatti assunto nel 2019 con un contratto da un milione di euro, ma negli anni precedenti era riuscito a strappare contratti ben più faraonici negli Emirati Arabi Uniti, senza però a quanto pare riuscire a mettere da parte qualcosa.

Sempre secondo Ventura infatti: “Diego ha pagato il fatto di avere le mani bucate.

Quando gli hanno chiesto qualcosa lui ha sempre dato, perché è stato molto generoso, e altri si sono presi tutto senza chiedere, da chi lo circondava con il fine di aggirarlo e svuotargli le tasche”. In molti ricordano le sue iniziative benefiche in giro per il mondo, come quando organizzò un amichevole allo stadio di Acerra nel 1985 per raccogliere i fondi che avrebbero consentito una delicata operazione a un bambino del luogo.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Contents.media