×

Paolo Rossi è morto a 64 anni: addio al campione del mondo 1982

Campione del mondo nel 1982 e per sette anni colonna della Juventus, Paolo Rossi è morto a 64 anni a causa di una malattia.

Paolo Rossi morto

Addio a Paolo Rossi, campione del mondo nel 1982 che dopo aver segnato tre gol al Brasile (di qui il soprannome “Pablito”) permise la vittoria della Coppa del mondo al Santiago Bernabeu in Spagna: il calciatore è morto all’età di 64 anni a causa di un male incurabile.

A diffondere la notizia della scomparsa è stata, tramite social, la moglie Federica Cappelletti: “Per sempre”.

Rossi sarà ricordato con un minuto di silenzio all’inizio di Napoli-Real Sociedad, il match di Europa League che si giocherà nell’ex stadio San Paolo, dedicato a un’altra stella del calcio recentemente scomparsa: Diego Armando Maradona.

View this post on Instagram

A post shared by Federica Cappelletti (@cappellettifederica)

Paolo Rossi è morto

Icona del calcio italiano e mondiale, Rossi conquistò il titolo di capocannoniere nel Mondiale sotto il ct Enzo Bearzot. Entrato nell’immaginario collettivo con la tripletta al Brasile, la doppietta in semifinale alla Polonia e il gol che permise la vittoria contro la Germania Ovest, nel medesimo anno vinse anche il Pallone d’oro diventando il primo giocatore nella storia del calcio a vincere Mondiale, titolo di capocannoniere e il premio individuale nel medesimo anno.

Un record che soltanto Ronaldo nel 2002 è riuscito ad eguagliare.

Colonna della Juventus per sette anni, con i bianconeri vinse due scudetti, una Coppa Italia, una Coppa delle coppe, una Supercoppa europea e la Coppa dei campioni nel 1985. Nella sua carriera Rossi milità anche nel Como, nel Vicenza, nel Perugia, nel Milan e nel Verona. Dopo aver terminato la sua carriera di calciatore svolse a lungo il ruolo di opinionista per Mediaset, Sky e Rai.

Il campione, morto a distanza di pochi giorni dal collega Maradona, lascia la moglie Federica, che ha dato la notizia del suo decesso sui propri social, e i suoi tre figli Sofia Elena, Maria Vittoria e Alessandro.

Contents.media
Ultima ora