×

Il figlio di Paolo Rossi sul furto: “Sono animali”

Alessandro Rossi, figlio di Paolo, commenta il furto nella casa del padre: "Sono animali".

Figlio Paolo Rossi furto

Mentre nel Duomo di Vicenza amici e parenti davano il loro ultimo saluto a Paolo Rossi, nella sua casa di Bucine, in provincia di Arezzo, si intrufolavano dei ladri, ancora non identificati, per saccheggiare cimeli e beni del defunto campione.

A commentare lo sdegno per il furto è stato il figlio di Pablito, Alessandro, che ha definito chi si è reso protagonista di un gesto così vile un “animale”.

Il figlio di Paolo Rossi sul furto

Stando a quanto riferito da Alessandro Rossi a La Stampa, i ladri si sarebbero intrufolati nella casa del padre passando da una finestra della cucina mettendo poi a soqquadro l’abitazione.

Hanno portato via diverse cose, tra cui un orologio a cui Pablito era molto legato, ma per fortuna molti suoi cimeli calcistici sarebbero rimasti illesi dal saccheggio.“Che messaggio manderei loro adesso? Niente, si devono vergognare, sono persone senz’anima – così il figlio di Paolo Rossi – Non c’è davvero altro da aggiungere. È una brutta sensazione da provare e ripeto, queste non sono persone ma animali“.

Una vicenda che fa male alla famiglia del defunto campione, ma che rattrista anche l’Italia intera legata al calciatore e alle belle sensazioni che i successi a cui ha contribuito con i suoi gol hanno lasciato all’interno di ogni nucleo familiare italiano.

Da più parti sono arrivati messaggi di solidarietà per Alessandro Rossi, per l’attuale moglie di Pablito, Federica, e per le due figlie Sofia e Maria Vittoria.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora