×

Andrea Gresele folgorato dai fili del treno, il padre: “Lotta per la vita”

Andrea Gresele, giocatore della Primavera del Verona, si trova ricoverato in Rianimazione dopo essere rimasto folgorato dai fili del treno.

Andrea Gresele ricoverato

Sono ore di apprensione per Andrea Gresele, diciottenne terzino destro della Primavera del Verona ricoverato nel reparto di terapia intensiva dopo un incidente. Il giovane è rimasto folgorato dai cavi dell’alta tensione del treno ed è caduto da un’altezza di quattro metri fratturandosi una vertebra, ustionandosi una mano e procurandosi un ematoma cranico.

Il padre: “Era solo voglia di libertà”

Il padre ha rilasciato un’intervista al quotidiano L’Arena spiegando di star aspettando di vedere come Andrea reagisce all’operazione alla quale è stato sottoposto. Per quanto riguarda la dinamica dell’incidente, l’uomo ha dichiarato che il figlio aveva affittato un appartamento insieme ad alcuni amici per organizzare una festa: “Sono tutti ragazzi tranquilli, volevano solo divertirsi un po’ dopo un anno che sono chiusi in casa.

Vogliamo chiamarla bravata? Non lo so, per me era solo voglia di libertà, una necessità“. Se Andrea avesse saputo della presenza dei cavi dell’alta tensione, per lui non sarebbe mai salito su quel vagone: “Mio figlio è un ragazzo tranquillo, posato, forse più di molti altri. Tutti lo conoscono così“.

Andrea Gresele ricoverato

I fatti si sono verificati nella notte tra sabato 6 e domenica 7 febbraio 2021 in via Galileo Galilei (Porto San Pancrazio).

Qui il calciatore e alcuni amici avevano affittato una casa per il fine settimana dove si stavano presumibilmente recando. Secondo quanto ricostruito Andrea avrebbe preso una sedia di plastica, si sarebbe issato sul muretto scavalcando la recinzione in cemento che costeggia i binari e salendo su una serie di vagoni in sosta.

Accidentalmente avrebbe toccato i cavi dell’alta tensione rimanendo folgorato e facendo un volo di quattro metri. Immediata la chiamata ai sanitari del 118 da parte degli amici che erano con lui. Una volta giunti sul posto, gli operatori hanno recuperato non senza difficoltà il diciottenne rendendosi subito conto delle gravi condizioni in cui versava.

Lo hanno quindi trasportato d’urgenza all’ospedale Polo Confortini dove i medici lo hanno sottoposto ad alcune analisi prima di portarlo in sala operatoria per la riduzione dell’ematoma cranico. Attualmente è ricoverato in Rianimazione e la sua prognosi rimane riservata.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora