×

Sky, multa Antitrust di 2 milioni per abbonamenti non rimborsati

2 milioni: questa la somma della multa che il Garante della Concorrenza e del Mercato ha previsto per gigante televisivo Sky.

sky multa antitrust

Sky Italia, il colosso della televisione, ha ricevuto una grossa sanzione di 2 milioni di euro per aver seguito comportamenti commerciali scorretti nei confronti dei propri clienti titolari dei pacchetti pay tv “Sky Calcio” e “Sky Sport”. Nello specifico questi non hanno ottenuto la rimodulazione o il totale rimborso dei canoni mensili dopo lo stop alle partite causa Covid-19, e quindi avrebbero continuato a pagare per un servizio molto meno efficiente.

Inoltre, considerate “scarse e inadeguate le informazioni relative allo Sconto Coronavirus”.

Antitrust, tutti i motivi della multa a Sky

In secondo luogo dal Garante è stata riscontrata l’esistenza di un’ulteriore pratica commerciale poco onesta, relativa alla “Sconto Coronavirus”, sulla base del quale è possibile ottenere un’agevolazione sul prezzo dei pacchetti “Sky Calcio” e “Sky Sport”, in relazione la società avrebbe “omesso e fornito in modo non adeguato e tempestivo le informazioni relative alla sussistenza dello stesso”.

Ma non è ancora finita. Un terzo motivo è alla base dell’azione antitrust, ovvero l’imposizione di ostacoli sproporzionati per usufruire dello “Sconto Coronavirus”. Lo sconto infatti, oltre ad essere stato intralciato dal malfunzionamento della procedura web, non prevedeva metodologie alternative di richiesta. Inoltre lo sconto non è stato applicato nel caso di abbonamenti la cui disdetta era stata richiesta prima che la situazione di emergenza causa Covid-19 insorgesse.

Più fortunate invece, sono state le compagnie aeree, le quali sono state risparmiate dall’Antitrust.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

trucchi per giocare a fifa 17
Calcio

Trucchi per giocare a Fifa 17

6 Aprile 2017
Se volete godere al meglio Fifa 17, ecco alcuni trucchi e consigli che vi saranno utili. Scopriamoli insieme nell’articolo qui di seguito.
Contents.media
Ultima ora