Stadio Roma, approvato il progetto con prescrizioni e raccomandazioni
Stadio Roma, approvato il progetto con prescrizioni e raccomandazioni
Sport

Stadio Roma, approvato il progetto con prescrizioni e raccomandazioni

stadio roma

Stadio Roma, è stato approvato il progetto con prescrizioni e raccomandazioni sulla viabilità, i servizi e la sicurezza. Soddisfatta Virginia Raggi.

Approvato il progetto per lo stadio Roma. La conferenza dei servizi regionale che si è conclusa ieri pomeriggio ha autorizzato la costruzione della struttura della società giallorossa. Stato, Comune e città metropolitana hanno dato il loro parere favorevole con prescrizioni e raccomandazioni. Tra queste, le più importanti sono l’adozione della variante urbanistica e alcuni interventi sul tema della mobilità. Soddisfatto il sindaco Virginia Raggi, che si auspica che lo stadio Roma sia pronto in 3-4 anni.

Stadio Roma approvato

La AS Roma avrà, come la Juventus, il suo stadio di proprietà. La società giallorossa abbandonerà lo storico Stadio Olimpico. La Conferenza dei servizi regionale, che si è chiusa ieri pomeriggio, ha dato l’approvazione al progetto del nuovo stadio della Roma a Tor di Valle. Stato, Comune, Regione e Città metropolitana hanno espresso il loro parere positivo. Ci sono comunque delle prescrizioni e raccomandazioni. In particolare, l’adozione della variante urbanistica e alcuni interventi riguardo la mobilità sulla Roma-Lido e la realizzazione della nuova stazione.

E’ stata poi posta l’attenzione sull’acquisto di nuovi treni e sulla costruzione di tronchini di manovra per aumentare la frequenza dei convogli.

Sulla viabilità, si è vinta questa partita dello Stadio Roma. Il sindaco Virginia Raggi ha chiesto ed ottenuto la revisione del progetto, che era stato precedentemente approvato dalla giunta Marino tre anni fa. Adesso sono state tolte dal disegno le torri di Libeskind, e sono state abbassate di circa il 40% le cubature totali. Queste ultime sono state distribuite con 52.000 metri destinati allo stadio, 20.000 a favore dell’area commerciale e 139.000 per il business park. Ciò ha conseguito un abbassamento a 143 milioni di euro dell’investimento privato per la costruzione delle opere pubbliche a servizio. Questi comprendono anche l’intervento sulla Ferrovia Roma-Lido, che tuttavia potrà anche contare su 260 milioni di fondi regionali. Anche il Ponte di Traiano previsto sarà cambiato, e godrà di fondi pubblici.

stadio roma

Soddisfazione Raggi

Tra pochi mesi quindi, finalmente inizieranno i lavori, tanto attesi dai tifosi.

Prima ci dovrà essere il necessario e veloce passaggio in Campidoglio della delibera con la conseguente variante urbanistica. Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha espresso tutta la sua soddisfazione: “Siamo contentissimi di averlo portato a casa. Quando sarà pronto? Presto, ora valuteremo i tempi per gli step successivi”. Il sindaco si augura che lo Stadio Roma sarà pronto in tre o quattro anni. Poi, su Twitter, ha spostato: “#unostadiofattobene grande risultato per la città. Ok a progetto innovativo e moderno: meno cemento e più verde. Impulso per i nuovi posti di lavoro”.

Soddisfazione Zingaretti

Il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti ha dichiarato che è stata una giornata importante per lo sport e per Roma. “L’obiettivo che ci ha animato è stato quello di dare una risposta positiva ai tifosi e ai cittadini, per rendere possibile e sostenibile un progetto importante per la Roma ma anche per le ricadute occupazionali, e per le infrastrutture ed i servizi che può offrire ad un quadrante complicato e difficile della città.

In questo modo abbiamo voluto rispondere con tempi certi e procedure trasparenti a chi vuole investire nella Capitale”. Ora si attende solo l’approvazione del Comune per la variante e la convenzione per inverare l’interesse pubblico nella realizzazione delle opere.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche