> > Stati Uniti, insegnante arrestata per molestie in Oklahoma

Stati Uniti, insegnante arrestata per molestie in Oklahoma

Stati Uniti

Stati Uniti, arrestata un'insegnante per molestie sessuali e possesso di materiale pedopornografico; la donna aveva una relazione con uno studente

Stati Uniti, un’insegnante di Oklahoma è stata accusata ed arrestata per stupro nei confronti di uno dei suoi studenti.

Si tratta della ventiduenne Day Hunter: la ragazza aveva una relazione con un ragazzo che frequentava la Yokon High School ed ora si trova coinvolta in uno scandalo sessuale, con l’accusa di stupro e possesso di pedopornografia infantile. Il ragazzo vittima dello stupro, ha confidato quanto accaduto tra l’insegnante e questi hanno immediatamente avvisato la Polizia che è prontamente intervenuta sul caso. Diverse le prove che sono state utilizzate per accusare la giovane ventiduenne: tra queste i messaggi di testo trovati sul telefono.

Stati Uniti, l’accusa

Day Hunter, insegnante ventiduenne di scienze, è stata arrestata dalla Polizia di Oklahoma per aver molestato sessualmente uno dei ragazzi della scuola in cui insegnava. La ventiduenne è stata trovata in seguito alla denuncia dei genitori del ragazzo. Sul telefonino sono state trovate diverse prove, tra cui foto nude e messaggi di testo espliciti. L’arresto è avvenuto, grazie alla complicità del ragazzo, che ha deciso di collaborare con la Polizia.

Il giorno dell’arresto Day e il ragazzo avevano organizzato un’incontro a casa dell’insegnante. La Polizia ha mandato un messaggio all’insegnante con il telefono del ragazzo, avvisandola che stava arrivando. Day Hunter ha, quindi, lasciato la porta di casa leggermente aperta: proprio da qui gli agenti sono riusciti ad entrare in casa dove hanno arrestato l’insegnante, La giovane, ora accusata di molestie e di possesso di materiale pedopornografico, si trovava nel salotto con le luci e in un’atmosfera sensuale con le candele accese.

La confessione di Day Hunter

Una volta entrati in casa i poliziotti hanno trovato Day Hunter, che aspettava il ragazzo e certo non immaginava di poteri trovare a “tu per tu” con gli agenti, seduta sul pavimento del salotto. Intorno a lei solo candele accese: la luce era spenta per contribuire all’atmosfera sensuale. La ragazza ventiduenne ha confessato di aver inviato immagini hot al cellulare dello studente e di averne ricevuto altrettante sul suo telefonino.

La ventiduenne, insegnante di scienze, è sposato con l’allenatore di football della scuola.

Dalla scuola di Oklahoma frequentata dal ragazzo non sono arrivati commenti sull’accaduto. Solo un tweet che afferma di voler garantire la sicurezza e il benessere dei suoi studenti. “E’ la priorità numero uno“, ha affermato la Yukon Public Schools parlando della sicurezza e del benessere che deve essere assicurato agli studenti della scuola. Un amaro commento è, però, arrivato da Chris West, sceriffo della contea canadese. “E’ un caso – spiega – di grave violazione della fiducia pubblica. Gli insegnanti hanno l’incarico di proteggere ed educare i figli, non di avere relazioni sessuali illecite con gli studenti“. Lo sceriffo ha anche affermato che non c’è più da stupirsi delle persone che commettono questi crimini e nemmeno della loro provenienza sociale. La ragazza è stata arrestata per molestie e possesso di materiale pedopornografico.