×

Stop al Villaserra Breakout: troppi debiti

Si spengono le luci in anticipo al Villaserra Breakout, quello che doveva essere il grande festival musicale dell’estate sulle colline di

Genova. Troppi debiti e gli organizzatori si sono trovati impossibilitati a proseguire con l’edizione.

Saltano i concerti di Juliette Lewis che avrebbe dovuto esibirsi stasera (25 giugno), quello degli Airbourne, Sadist e dei Labyrinth (1 luglio) e le performance de Il Teatro Degli Orrori (3 luglio), Oi Va Voi (9 luglio), Afterhours (10 luglio), Elio e le Storie Tese (15 luglio) e Roy Paci e Aretuska (16 luglio), dei Gogol Bordello (17 luglio), di The Wailers (23 luglio) e di Goran Bregovic (24 luglio).

L’edizione fino ad ora aveva riscosso un discreto successo, con Simone Cristicchi, Nina Zilli, Linea 77, Motel Connection, Buena Vista Social Club e Baustelle. Ultimo ad esibirsi è stato J-Ax.

Non solo i debiti, ma anche il maltempo delle ultime settimane hanno creato problemi agli organizzatori.

Il concerto degli Ska-P con pioggia battente ha fatto registrare solo 3000 spettatori contro i 9000 previsti, che si sono letteralmente trovati nel fango.

Gli organizzatori avevano un budget di 800 mila euro con forze proprie, sponsor e proventi, ma nessun aiuto da parte degli enti, quindi per non venire meno agli impegni presi con gli artisti non ha potuto fare altro che alzare bandiera bianca.

Scrivi un commento

300
Caricamento...

Leggi anche