×

Storie di antiche città egiziane

default featured image 3 1200x900 768x576

abydos 300x132

Anche se gli archeologi hanno scoperto la ricchezza e i manoscritti che raccontano la cultura dell’antico Egitto, molto rimane sconosciuto.

Molte delle città perdute erano situato strategicamente vicino ai fiumi, tuttavia, le inondazioni hanno portato alla scomparsa definitiva di questi insediamenti e molte delle tombe sono stati derubate dei loro oggetti di valore.

Avaris

Nel giugno del 2010, un team di archeologi austriaci scoprirono una città egiziana chiamata “Avaris”. La città ha 3.500 anni e trovandosi sott’acqua è stata scoperto con l’utilizzo di immagini radar. Avaris è stata la capitale estiva degli invasori asiatici che hanno governato il paese dal 1664-1569 a.C.

Il team di archeologi ha cercato di determinare in che misura la città sotterranea fosse estesa. Il radar ha mappato la sagoma delle strade, delle case e dei templi. Una serie di pozzi sono stati scoperti ma la loro funzione non è ancora nota.

Abydos

Abydos è considerata una delle scoperte più significative dell’antica archeologia egiziana per i suoi reperti. La città era una metropoli, sviluppata poi in un centro di pellegrinaggio per adorare Osiris, l’antico dio egiziano della fertilità.

La città è stata scoperta in una zona considerata un cimitero regale per la I e la II dinastia.

Naqada

Naqada era al suo apice nel 4500 a.C. ed è forse la più importante cultura preistorica che si trova in Egitto. In molte delle informazioni che conosciamo oggi, l’Egitto è stato scoperto nel sito archeologico. Il popolo Naqadan era noto per i suoi progressi nell’arte egizia. Gli artisti creavano figure maschili barbute e figure di fertilità delle donne. I villaggi della zona avevano la loro propria divinità animale legata al clan del villaggio.

Tanis

La quantità di tesori che si trovava quando è stato scoperta Tanis era paragonabile alle ricchezze che sono state trovate nella tomba di Tutankamon. Tanis è stata raffigurata ne “I predatori dell’arca perduta”. A differenza del film, dove la città scomparve in seguito ad una tempesta di sabbia, Tanis venne distrutta dalle piene del fiume. La città è stata scoperta nel 1939 dopo quasi 12 anni di ricerca. Tre camere funerarie sono state trovate indisturbate, cosa estremamente rara.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora