Strage di Cisterna, il commovente messaggio di Antonietta Gargiulo
Strage Cisterna, commovente messaggio di Antonietta Gargiulo
Cronaca

Strage Cisterna, commovente messaggio di Antonietta Gargiulo

cisterna
Strage di Cisterna, il commovente messaggio di Antonietta Gargiulo

Antonietta Gargiulo ringrazia tutti coloro che le sono stati vicino in questi mesi difficili, dopo l'uccisione delle sue due bambine

La strage di Cisterna le aveva portato le due bambine, Alessia e Martina. Ad ucciderle, con un colpo di pistola, Luigi Capasso, padre delle bambine e marito di Antonella. L’uomo aveva aperto il fuoco anche contro la donna, che è però sopravvissuta, prima di suicidarsi. Il Carabinieri aveva utilizzato la sua pistola d’ordinanza per uccidere le due bambine, ferire gravemente la moglie e poi suicidarsi. Scampata a quella terribile disgrazia, la donna è tornata a parlare dell’accaduto con un commovente messaggio: un audio registrato e pubblicato dalla Comunità di Gesù Risorto, che la donna frequenta da anni e che in questo momento le sta dando la forza di andare avanti, nonostante la tragedia.

Il messaggio di Antonietta Gargiulo

Le sue due bambine, Alessia e Martina, non ci sono più: uccise dalla follia del padre che lo scorso 28 febbraio aveva aperto il fuoco su Antonietta – che si è salvata – e sulle due bambine della coppia, per poi suicidarsi.

Antonietta ha trovato, però, il coraggio di andare avanti e uscita dall’Ospedale ha trovato rifugio in una località protetta. Da qui è tornata a parlare di quello che è accaduto in quella tragica giornata, grazie anche all’aiuto della Comunità di preghiera Gesù Risorto di cui fa parte da anni. Un momento drammatico e difficile, ma Antonietta ha deciso di rivolgere il suo messaggio di speranza, ricco di commozione e di amore.

Ciao a tutti cari fratelli – dice Antonietta nel video messaggio registrato e poi pubblicato proprio dalla sua Comunità di preghiera – oggi voglio ringraziare ognuno di voi per le preghiere e per l’amore. La mia vita oggi qui è un miracolo e ringrazio Dio ogni istante. Il vero miracolo, ancora, è l’amore che ha circondato me e soprattutto le mie bambine. Il vero miracolo è che l’odio, il male e il rancore non hanno vinto nei nostri cuori, ma regna un senso di pace, pietà e misericordia.

Regna l’amore che si sta estendendo a cerchi concentrici come da una goccia e sta arrivando lontano. La parola di Dio ha vinto sulla morte ed io lo posso testimoniare“.

Il ringraziamento alla Comunità Gesù Risorto

Il ringraziamento di Antonietta, che sta vivendo con grande forza un momento difficile, è anche per tutti coloro che fanno parte della Comunità Gesù Risorto, di cui fa parte da anni. In questi giorni difficili è proprio la Comunità che le sta dando la forza necessaria per andare avanti nonostante la tragedia che ha colpito la sua famiglia, portandole via l’affetto e l’amore delle sue due bambine. “Ringrazio tutti voi – ha detto Antonietta, unica sopravvissuta della strage di Cisterna del 28 febbraio scorso – per le preghiere e per l’amore“.

Il messaggio di Antonietta alla Comunità dura circa due minuti e mezzo: c’è lo spazio per ricordare tutti coloro che le sono stati vicini, che le hanno dimostrato affetto e che l’hanno sostenuto nella difficoltà della mancanza di Alessia e Martina.

La donna era stata dimessa dall’Ospedale San Camillo e ora si trova in una località protetta, circondata dall’affetto della famiglia e della Comunità.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche