×

Strage del Mottarone, scatta l’incidente probatorio voluto dal gip

Strage del Mottarone, scatta l’incidente probatorio voluto dal gip: dal 3 agosto e fino al 30 operazioni peritali su luoghi della tragedia e scatola nera

Uno scatto della tragedia su cui la magistratura vuole far luce

Strage del Mottarone del 23 maggio, scatta l’incidente probatorio validato dal gip di Verbania Elena Ceriotti per far luce sul tremendo volo che fece 14 vittime e sui cui si addensano sospetti ed accuse di precise responsabilità penali. E proprio nel novero delle azioni normate in procedura penale per giungere all’accertamento o meno di quelle responsabilità il giudice per le indagini preliminari ha stabilito che a partire dal 3 agosto prossimo prenderanno il via le operazioni peritali.

Quella perizia servirà a “congelare” ogni elemento di prova che dovesse essere rilevato a dargli dignità procedurale di utilizzo nel fascicolo ed in un suo eventuale sbocco dibattimentale.

Strage del Mottarone, incidente probatorio a partire dal 3 agosto e fino al 30

Da questo punto di vista il Gip Ceriotti ha proceduto al conferimento di un apposito incarico ad un collegio di periti. A loro toccherà il compito di ricostruire le parti tecniche da cui far discendere il tragico storico dell’accaduto.

Le operazioni peritali e lo stesso incidente probatorio saranno divisi in step: nel corso della prima fase si procederà con un sopralluogo sulle strutture e sul punto di impatto. A partire dal 30 di agosto invece, partirà la perizia sulla “scatola nera” dell’impianto di risalita.

Incidente probatorio sulla strage del Mottarone, il 16 dicembre prove ufficializzate

Si tratta dello strumento conservativo in software di ogni tipo di informazione relativa a condotta, protocolli e gestione della funivia al momento in cui qualcosa andò storto e dopo essere arretrata per decine di metri urtò un pilone, basculò e precipitò al suolo uccidendo 14 persone.

Il tutto è finalizzato, secondo la calendarizzazione del Gip, ad una relazione finale che dovrebbe avere valore probatorio alla data del 16 dicembre. Sarà una sorta di “griglia di partenza” per le prove ammesse, quando in punto di procedura la Procura di Verbania, che su quello step aveva espresso riserve, avrà il diritto di utilizzare quell’incartamento per chiudere le indagini o estendere le stesse.

Strage del Mottarone, incidente probatorio ma solo su ambiti degli indagati ufficiali

Attenzione: con una camera di consiglio ad hoc il giudice ha stabilito che l’incidente probatorio non riguarderà ambiti attribuibili a soggetti che non siano iscritti a registro degli indagati. Il che significa che tre dipendenti, il costruttore della fune, l’Ufficio speciale trasporti a impianti fissi e altre tre società non potranno essere considerati target peritale per incrementare o depauperare il costrutto accusatorio degli attuali indagati.

Contents.media
Ultima ora