Strage di Acca Larentia fra polemiche e manifestazioni - Notizie.it
Strage di Acca Larentia fra polemiche e manifestazioni
Cronaca

Strage di Acca Larentia fra polemiche e manifestazioni


Strage di Acca Larentia fra polemiche e manifestazioni
A Palermo compare la scritta ‘Fascisti carogne’ e i movimenti attivisti e la rete studentesca prende le distanze

A 34 anni dalla strage di Acca Larentia dove, il 7 gennaio 1978, furono uccisi tre giovani militanti del Fronte della gioventù, si riaccendono le polemiche attorno a quella tragedia. A provocarle la nuova targa apposta dai militanti dell’ex sede storica dell’Msi.

Non più ‘Franco, Francesco e Stefano. Morti per la libertà e per un’Italia migliore’, ma un ricordo che fa discutere: ‘Assassinati dall’odio comunista e dai servi dello Stato. I camerati‘ . A cambiarla i militanti dell’ex sede storica dell’Msi.

‘È corretto parlare di violenza politica – commenta il sindaco Alemanno – andare più nello specifico significa rischiare di ripercorrere una strada di carattere ideologico. Noi dobbiamo condannare a prescindere la violenza ideologica’.

Oggi a Palermo

Fascisti carogne è la scritta riportata sui muri e su alcuni manifesti con cui sono state tappezzate via Roma e via Ruggero Settimo stanotte.

Scritte contro la destra, che riportano la frase 10, 100, 1000 Acca Larentia, sono state rinvenute in centro e tra via Maqueda e corso Vittorio Emanuele. Sul caso indaga la Digos.

Oggi alle 17, in contemporanea con Roma, è previsto il corteo unitario dei movimenti identitari di destra, in memoria della strage di Acca larentia. Organizzano Giovane Italia, CasaPound, Gioventù italiana, Spazio libero Cervantes e l’Associazione TemerariaMente.

L’episodio alimenta un clima già teso per l’incendio nella notte del 4 dicembre che ha danneggiato la sede di Azione Giovani: una bottiglia incendiaria è stata lanciata contro il palazzo di Via Paolo Paternostro 43, bruciando il portone.

‘Un’intimidazione’ per quelli della Giovane Italia, in occasione dell’organizzazione, insieme ad altri movimenti identitari di destra.

Dichiarazioni da cui studenti e studentesse di Anomalia Studentato Autogestito prendono subito le distanze. Hanno parlato di ‘accostamento pretestuoso’ tra la manifestazione studentesca di tre settimane fa e l’episodio di via Paternostro e hanno risposto: ‘Intendiamo esprimere la nostra assoluta estraneità dai fatti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche