Strage di Viareggio, 8 anni fa fece 32 morti | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Strage di Viareggio, 8 anni fa fece 32 morti
Cronaca

Strage di Viareggio, 8 anni fa fece 32 morti

Strage di Viareggio

Oggi si svolgerà un corteo in memoria delle 32 vittime della strage di Viareggio, dove un treno che trasportava gpl provocò l'incidente e l'esplosione.

Esattamente 8 anni fa, 29 Giugno 2009, la strage di Viareggio sconvolse tutta Italia. Il bilancio fu molto grave: 32 morti e 25 feriti. Nella giornata di oggi ci sarà un corteo in memoria delle vittime, che partirà alle 21 in via Ponchielli. Il corteo attraverserà tutte le strade della città, giungendo infine al luogo del disastro, dove saranno letti i nomi delle vittime. Durante la mattinata, invece l’arcivescovo di Lucca Italo Castellani celebrerà una messa per i deceduti al cimitero della Misericordia. Nel pomeriggio, alle 16, ci sarà la riunione del comitato “Noi non dimentichiamo”, presso il comune di Viareggio.

La dinamica dell’incidente e le polemiche dei residenti

Alle 23.48 di quella sera, il treno proveniente da Trecate (in provincia di Novara) e diretto a Gricignano (Casetra). Si trattava di un treno cisterna che trasportava una grande quantità di gpl, che nell’impatto provocò una forte esplosione e l’incendio. L’incidente sarebbe stato provocato dalle precarie condizioni dei binari ed era stata aperta un’inchiesta per verificare se le manutenzione di questi era stata correttamente eseguita.

Molte sono state le critiche e le reazioni dei residenti sulla dinamica dell’accaduto, ma non solo.

Veniva contestata da anni la presenza dei binari che attraversava la città di Viareggio e quindi molto pericolosa per gli abitanti. Dopo ben 7 anni di contestazioni e 140 udienze, è arrivata la decisione dei giudici, che hanno condannato in primo grado 23 dei 33 imputati ritenuti responsabili della strage. Tra questi alcuni importanti manager delle Ferrovie dello Stato e l’ex amministratore delegato di Rfi Mauro Moretti. Quest’ultimo era stato successivamente assolto nel ruolo di ad di Ferrovie dello Stato. Condannato a sette anni e mezzo anche Michele Mario Elia, ad di Rfi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche