> > Torino, cerca di strangolare la moglie: "Non mi importa della galera"

Torino, cerca di strangolare la moglie: "Non mi importa della galera"

strangolare la moglie

Un uomo di 36 anni, a Mathi, cerca di strangolare la moglie. E' stato subito denunciato. I carabinieri stanno effettuando degli accertamenti.

Negli ultimi anni gli episodi di violenza sulle donne da parte di mariti o ex fidanzati aumentano sempre di più.

L’ultimo è avvenuto a Mathi, nei pressi di Torino, dove è stato compiuto un tentato omicidio, fortunatamente non finito in tragedia. Si tratta di un marito che ha cercato di strangolare la propria moglie tra le mura di casa.

Secondo la testimonianza di TorinoToday, l’aggressore avrebbe cercato di strangolare la moglie stringendole al collo una maglia. L’uomo, che con quella donna aveva avuto anche due figli, è stato subito denunciato.

Lei è riuscita a trovare il coraggio che molte altre donne non hanno avuto quando si sono trovate nella stessa situazione.

sportello-anti-violenza-sulle-donne-1

Mathi, uomo cerca di strangolare la moglie

I carabinieri devono ancora accertarsi di ciò che realmente è accaduto, ma soprattutto delle motivazioni che avrebbero portato l’uomo a compiere questo gesto.

Si tratta comunque di un muratore rumeno, di 36 anni, che aveva la residenza a Mathi.

Secondo la testimonianza della donna, il marito durante l’atto avrebbe gridato: “se ti ammazzo mi faccio 24 anni di galera, ma non mi importa”. La donna ancora non ha raccontato che cosa abbia causato l’ira dell’uomo e se si trattasse della prima violenza o se ne avesse subite altre in precedenza.

La procura di Ivrea ha disposto, per questo momento, nei confronti dell’uomo, il divieto all’avvicinamento alla casa coniugale. Restiamo in attesa di notizie più certe da parte dei carabinieri che stanno indagando sull’accaduto.

Non è la prima volta che nella provincia di Torino sentiamo storie simili a questa. E’ stato il caso anche della donna “uccisa perché spendeva troppo”, rimasta impressa nelle menti dei concittadini: Torino: uccide moglie perché spendeva troppo. La donna di 52 anni è stata accoltellata.

Ma gli episodi di violenza non si esauriscono solo nel capoluogo piemontese. Tutta l’Italia è macchiata dal sangue di donne innocenti, che spesso non sono in grado di ribellarsi a uomini violenti.

Ricordatevi di denunciare sempre episodi simili a questo, di cogliere da subito i dettagli di una relazione insana. Le conseguenze potrebbero essere più gravi di quello che si può immaginare: Attaccata con l’acido: diventa il modello di molte donne.