Striscia la Notizia, aggredita inviata durante un servizio
Striscia la Notizia, aggredita inviata durante un servizio
Gossip e TV

Striscia la Notizia, aggredita inviata durante un servizio

Momento dell'aggressione
Stefania Petyx, l'inviata di "Striscia la Notizia" aggredita.

Aggredita a bastonate e a secchiate d’acqua Stefania Petyx, 47 anni, inviata di Striscia la Notizia. Si era recata a Palermo per indagare su una villa liberty occupata abusivamente.

Il caso

L'inviata aggredita

L’inviata di Striscia la Notizia Stefania Petyx, 47 anni, è stata aggredita a bastonate e a secchiate d’acqua a Palermo, la sua città, dove si trovava con la troupe del programma per realizzare un servizio su una villa liberty in corso Alberto Amedeo. L’edificio è di proprietà dell’Ospedale Civico del capoluogo siculo, è stato dichiarato inagibile, ma risulta occupato abusivamente da poco più di un anno, e Striscia la Notizia e Stefania Petyx si erano recate sul posto per indagare. Infatti al Tg satirico era stato segnalato che lì erano in corso dei lavori, che avrebbero potuto impedire la riqualificazione dell’immobile, altamente auspicabile dato il suo valore storico ed architettonico. La troupe televisiva, aggredita a sua volta, ha chiamato la polizia, che è intervenuta evitando più gravi conseguenze. L’inviata di Striscia non si è lasciata intimidire e ha dichiarato: “Continuo a fare il mio lavoro. Per fortuna ho la testa dura”. La trasmissione riprenderà lunedì 25 settembre alle 20.40, come sempre su Canale Cinque.

Chi è l’inviata di Striscia aggredita

Sempre insieme

Stefania Petyx è la stata prima donna inviata del Tg satirico di Antonio Ricci.

I suoi coraggiosi servizi, per i quali ha ricevuto numerosi riconoscimenti ma anche minacce ed intimidazioni, riguardano quasi sempre la Sicilia e in particolare Palermo. Il suo look sul lavoro è contraddistinto dai capelli neri raccolti in una coda di cavallo, impermeabile e stivali gialli e pantaloni neri. Giallo è anche il cappottino di Carolina, l’inseparabile bassotta di Stefania.

Alla giornalista è stata attribuita la scoperta, nel febbraio 2005, di illeciti da parte della ex Banca Popolare di Lodi, diventata poi Banca Popolare Italiana: per mesi sarebbe stata solo lei a denunciare i fatti. Non solo: per Striscia, la Petyx si è anche recata a casa di Antonietta (Ninetta) Bagarella, moglie di Totò Riina, per intervistarla.

Solidarietà e la raccomandazione animalista

Stefania e bassotta

Solidarietà a Stefania Petyx per quanto le è accaduto, è stata espressa dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando e dall’Azienda ospedaliera Arna Civico, proprietaria della villa occupata abusivamente da quattro famiglie che hanno compiuto l’aggressione.

“Massima solidarietà” all’inviata di Striscia è stata espressa anche da Lorenzo Croce, presidente dell’Aidaa (Associazione italiana difesa animali ed ambiente), il quale ha auspicato che “quei violenti vengano identificati e severamente puniti”. Ma egli teme che la bassotta Carolina possa venire a sua volta aggredita, come ha rischiato di essere in questo caso, perciò ha chiesto alla proprietaria di non portarla più con sè durante i servizi. Eventuali aggressioni, ha sottolineato il presidente dell’ Aidaa, non succederebbero “certo per responsabilità dell’inviata, ma prevenire è meglio che curare”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche