×

Ecco il Museo dell’Acqua mai realizzato a Fondi, in provincia di Latina

Condividi su Facebook

Striscia la Notizia parla del Museo dell’Acqua mai realizzato a Fondi (Latina), esempio di archeologia industriale lasciato andare in rovina in una delle prime aree bonificate d’Italia.

La squadra di Striscia
Ficarra e Picone con Veline e Gabibbo

Il caso

Museo dell'Acqua

Nella puntata di Striscia la Notizia di questa sera, sabato 20 maggio, ancora una volta condotta da Ficarra e Picone, uno dei servizi, realizzato mercoledì da Charlie Gnocchi – fratello minore di Gene -, chiamato nel TG satirico “Mister Neuro” – il quale si occupa di denunciare sprechi del denaro pubblico -, riguardava il cosiddetto Museo dell’Acqua, che avrebbe dovuto essere creato a Fondi, in provincia di Latina. L’edificio effettivamente esiste, presso la vecchia idrovora del paese, nota come “Macchina vecchia di Pantano”, ma in realtà non è stato mai aperto, con il risultato che sono stati buttati al vento oltre 4 milioni di finanziamenti provenienti dall’Unione europea.

Charlie Gnocchi

L’impianto, che ormai è in rovina, risale al 1880: costruito in questa località dell’Agro Pontino, che è stata una delle prime ad essere bonificate in Italia, rappresenta un ottimo esempio di archeologia industriale che varrebbe la pena valorizzare.

Sulla vicenda sono arrivate a Striscia alcune segnalazioni: all’inizio degli Anni Duemila, quando era sindaco di Fondi Luigi Parisella, il Comune ottenne numerosi fondi DOCUP per acquistare la struttura, che apparteneva alla Regione Lazio, in comodato d’uso gratuito. Avrebbe dovuto farne un monumento all’acqua, alla bonifica e alla riqualificazione della zona, ma quando si era ormai quasi alla fine dei lavori, con l’ultimo e unico lotto della cui supervisione era incaricato il Comune, dovendo sborsare meno di 100mila euro, il cantiere cessò di funzionare.

Del museo neanche a parlarne, piuttosto quel luogo richiamò una serie di ladri e vandali e le varie situazioni meteo fecero il resto.

Anni recenti

L’amministrazione del sito è stata formalmente riconsegnata dal Comune di Fondi alla Regione Lazio, viene reso noto a Striscia la Notizia, ma la sua situazione continua ad essere in completo degrado, poiché continuano a non esserci soldi per realizzare un’opera di sistemazione.

La Pisana

Al Consiglio regionale del Lazio con sede in Via della Pisana – e perciò comunemente denominato “La Pisana” – seguitano ad arrivare richieste dall’attuale amministrazione di Fondi, ma non viene data alcuna risposta. Stesso risultato con il Commissario straordinario dei Consorzi di Bonifica Agro e Sud Pontino, Luigi Giuliano, interpellato lo scorso marzo. Eppure la struttura si trova in un tale stato, che avrebbe anche bisogno di essere messa in sicurezza. Servirà il servizio di Striscia la Notizia a cambiare questo stato di cose?


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.