×

Studente morto a Pisa: la bugia ai genitori sulla data di laurea

Francesco Pantaleo, lo studente trovato morto a Pisa, risultava scomparso dal 24 luglio. Aveva parlato ai genitori della laurea imminente, ma non era vero

Francesco Pantaleo

Francesco Pantaleo, lo studente scomparso da Pisa, è stato trovato morto. Il giovane risultava scomparso da una settimana. Prima delal sparizione, il 23enne aveva informato i genitori di doversi laureare in data 27 luglio. Non era vero, poiché nell’appello non compariva il suo nome.

A dare l’annuncio della morte del ragazzo è stato il papà, Tonino Pantaleo, dopo l’arrivo del terribile responso. Francesco era irreperibile da diversi giorni. Il telefono squillava, ma nessuno rispondeva. A piangere la morte del loro ragazzo Tonino e sua moglie Franca, mamma di Francesco. Il silenzio dei due coniugi è stato rotto dal post di Tonino Pantaleo su Facebook: “Mio figlio Francesco non è più con noi, adesso è tra gli angeli.

Grazie a tutti quelli che mi sono stati vicino”. 

Studente morto a Pisa: cadavere carbonizzato

Francesco Pantaleo, lo studente scomparso da Pisa lo scorso 24 luglio, è morto. Da diversi giorni si erano perse le tracce dello studente di Ingegneria informatica. Nessuna telefonata, né una letterà, né tantomeno un sms da parte di Francesco ai genitori che abitano a Marsala. Come leggiamo da FanPage, il 23enne aveva lasciato nella sua stanza i seguenti effetti personali: computer, bancomat, portafoglio, telefono e occhiali da vista.

Dopo qualche giorno, Tonino, padre di Francesco, aveva lanciato il seguente appello sui social: “Se qualcuno l’ha visto, mi contatti”. Il cadavere è stato trovato carbonizzato in un campo di San Giuliano Terme lo scorso 25 luglio. 

Studente morto a Pisa: il mistero della data di laurea

Nel caso di Francesco Pantaleo vi è poi il mistero sulla data di laurea. Francesco aveva detto ai genitori che si sarebbe dovuto laureare il 27 luglio.

Un appello di laurea in cui, tuttavia, non compariva il suo nome. Come risulta da una mail, il giovane avrebbe tentato di cancellare il sistema di geolocalizzazione sullo smartphone regalatogli dal padre. L’ultimo contatto telefonico con i suoi risale al 23 luglio scorso. 

Studente morto a Pisa: l’appello di una ragazza a Francesco

Di recente, sulla pagina Fb spotted Unipi, molto frequentata dagli studenti universitari di Pisa, una ragazza, rimasta anonima, aveva indirizzato il seguente apppello a Francesco Pantaleo: “Non ti conosco ma ho avuto il sospetto che sulla tua scomparsa c’entrasse l’università e sai perché? Perché ci sono passata anche io e tantissime volte avrei voluto lasciare tutto perché mi sentivo così in difetto e una continua delusione per i miei genitori. Anche io studiavo ingegneria informatica e più che un corso di laurea per me era una sofferenza”. 

Contents.media
Ultima ora