Stupri di Rimini: condannati a 9 anni i tre minorenni
Stupri di Rimini: condannati a 9 anni i tre minorenni
Cronaca

Stupri di Rimini: condannati a 9 anni i tre minorenni

stupri di rimini

Condannati a quasi 10 anni di carcere i tre minorenni complici di Guerlin Butungu, congolese 20enne considerato il capo del gruppo.

Il caso degli stupri di Rimini che hanno scosso l’estate 2017 è giunto ad un’importante svolta. Il giudice del tribunale di Bologna ha condannato a 9 anni e 8 mesi i tre minorenni complici di Guerlin Butungu, 20enne considerato il capo del gruppo di stupratori. Guerlin era già stato condannato a 16 anni, per i minori il pm aveva chiesto inizialmente 12 anni. I tre minorenni sono stati condannati con rito abbreviato a 9 anni e 8 mesi. Secondo l’avvocato che difende il ragazzino nigeriano di 16 anni, la pena inflitta è troppo severa.

Stupri di Rimini sentenza

Decisiva svolta nel caso degli Stupri di Rimini. Ha infatti avuto luogo il processo ai ragazzini minorenni complici di Guerlin Butungo, già condannato con rito abbreviato ad una pena di 16 anni e all’espulsione dall’Italia non appena questa sarebbe stata scontata. Si tratta di 3 giovanissimi, due marocchini fratelli di 15 e 17 anni ed un nigeriano di 16.

Il pm aveva chiesto all’inizio una condanna di 12 anni per gli stupri di Rimini. La decisione del gup Luigi Martello è giunta abbastanza in fretta, in seguito a meno di un’ora di camera di consiglio.

I tre ragazzi adolescenti sono stati ritenuti colpevoli di tutti gli otto capi di imputazione che venivano imputati loro. Tra questi, lo stupro a una turista polacca, le botte all’amico della donna, una seconda violenza sessuale inflitta contro una prostituta peruviana transessuale. Nei giorni precedenti agli stupri di Rimini fecero un aggressione anche ad un’altra coppia. Nei tre ragazzini messi alla sbarra non ci sarebbero state particolari reazioni alla lettura della sentenza. Infatti, i loro legali difensori li avevano preparati alla probabile pesantezza della pena, e alla concreta possibilità di rimanere in prigione. L’udienza si è svolta a porte chiuse. I tre sono stati condannati a 9 anni e 8 mesi.

stupri di rimini

Reazione difesa

Il difensore del ragazzino nigeriano di 16 anni di età, l’avvocato Alessandro Gazzea, si è detto contrariato dalla sentenza sugli stupri di Rimini. Secondo lui, questi oltre 9 anni sono esagerati.
Alessandro gazzea, visibilmente insoddisfatto, ha affermato che verrà fatto appello, quantomeno sulla questione delle aggravanti sulla violenza e sulla minorata difesa. Stando al parere dell’avvocato, il giudice avrebbe considerato una serie di circostanze aggravanti che sarebbero dovute essere invece elise. Ha affermato: “I fatti sono quelli che conosciamo, ma il giudice li ha voluti ritenere una pluralità di violenze. La medesima violenza è invece stata conteggiata più volte”.

Farà appello anche l’avvocato Marco Defendini, difensore dei due fratelli marocchini di 15 e 17 anni di età. Tuttavia, invece del collega, Defendini si è detto soddisfatto dall’entità della pena. L’avvocato difensore dei due marocchini ha detto: “Leggeremo le motivazioni. Credo che sarà difficile ottenere un risultato migliore”. Prima del processo, Marco Defendini aveva chiesto al giudice una pena giusta, che tenesse conto del fatto che i suoi assistiti avevano compreso l’errore commesso, che si fossero pentiti e che sono minorenni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche