×

Sud della Francia, brutto tempo e disagi: forti nevicate sui Pirenei e il Garonna straripa a Tolosa

Il maltempo nel sud della Francia ha causato vari problemi, come quelli relativi alla viabilità di macchine e treni e i guasti agli impianti elettrici.

Sud della Francia

Nella giornata di lunedì 10 gennaio il sud della Francia è stata vittima di avverse condizioni meteorologiche. Questo ha creato diversi disagi per la popolazione, provocando pure numerosi danni.

Leggi anche: Francia, politico ricoperto di fango da una folla no vax davanti alla propria casa

Sud della Francia, condizioni meteo disastrose

Nel sud della Francia si sono verificate diverse inondazioni. Queste ultime sono avvenute principalmente nei dipartimenti dei Pirenei Atlantici, dell’Alta Garonna e dell’Ariège.

Il fenomeno più importante si è avvenuto a Tolosa, dove il fiume Garonna è straripato. Le attuali previsioni, inoltre, indicano che è ancora possibile un picco della piena dello stesso fiume nella mattina di martedì 11 gennaio.

Rilevante è stata poi anche l’inondazione del fiume Ariège a Venerque (Alta Garonna).

Oltre a ciò, il Touch ha raggiunto il limite dei suoi argini a Plaisance-du-Touch (Alta Garonna).

Sud della Francia, neve il 9 gennaio

Il 9 gennaio si sono verificate pure importanti nevicate nei Pirenei. Ad esempio, sui Monts d’Olmes si sono contati più di 70cm di neve. Molta neve è caduta anche tra Andorra e la Francia e a Piau-Engaly, negli Alti Pirenei.

Sud della Francia, i danni

Tutti questi fenomeni hanno causato diversi danni e disagi.

Nella mattinata del 10 gennaio vi sono stati dei problemi con gli impianti elettrici. Degli alberi sono finiti sui cavi dell’elettricità. L’incidente ha provocato l’isolamento di 900 abitazioni nell’area dei Pirenei Atlantici, specificatamente a Saint-Pée-sur-Nivelle, Arthez-de-Béarn e Pau. L’elettricità dovrebbe essere ripristinata nel corso della serata. 

Le esondazioni, invece, hanno portato a difficoltà per veicoli e treni.

Sono stati chiusi alcuni tratti di ben 15 strade a Labourd, Gaves, Soubestre, Basse Navarre e Soule. Inoltre, si sono dovute sospendere le corse di alcuni treni o modificarne l’itinerario.

Infine, la caduta di molta neve ha portato alla formazione di diversi ingorghi stradali. Molti sono avvenuti vicino al confine con la Spagna.

Leggi anche: Francia alla presidenza del Consiglio Ue: quali conseguenze per l’Italia?

Contents.media
Ultima ora