×

Suora tibetana diventa una “fetish queen”

Condividi su Facebook

Damcho è una donna di 45 anni molto particolare: da suora tibetana è diventata una fetish queen e tutto grazie a un massaggio indiano.

Suora Damcho

Di sicuro non è la storia più comune del mondo. Anche perché di solito accade il contrario: da una vita di perdizione c’è la redenzione. Questa volta è avvenuto il contrario, ma non si tratta nemmeno di vera perdizione. Procediamo con ordine: Damcho Dyson è una suora tibetana di 45 anni.

A 23 anni ha pensato per la prima volta a diventare suora e 6 anni dopo ha lasciato Melbourne per il Nepal. La sua vita è dedicata interamente alla meditazione e al raggiungimento del Nirvana. Porta i capelli rasati, abiti semplici e compensa ogni esigenza del corpo con la meditazione. Per questo riesce a non soffrire i morsi della fame e, di conseguenza, nemmeno l’appetito sessuale è in grado di allettarla.

Damcho si asteneva dal sesso da ben 10 anni.

Queen Damcho

In quanto suora tibetana seguiva i dettami del Dalai Lama. Per mettersi sempre più in contatto col suo spirito, Damcho fa un viaggio in India, dove non sospetta cosa potrà accaderle. Infatti un massaggio l’ha messa in contatto non con il suo spirito, ma con una parte di lei che era altrettanto nascosta e lontana e che, d’improvviso, si è rivelata.

Il massaggio ha risvegliato in lei la sua sessualità e, secondo quanto dice, era come aver intravisto delle capacità, una luce che aveva bisogno di splendere. Ma al momento non realizza ancora in pieno il cambiamento a cui era destinata e torna nel suo monastero tibetano in Francia. Nel 2011 una passeggiata davanti un negozio di vestiti fetish in latex ha completato la sua trasformazione: sarebbe diventata una fetish queen.

La trasformazione

All’inizio Damcho non sapeva come muoversi e si sentiva anche un po’ in imbarazzo. Ma proprio i proprietari del negozio di vestiti in latex la aiutano e la mettono a suo agio. Nascerà da qui una vera amicizia. Damcho indossa il primo vestito in latex e prova sensazioni contrastanti. Sente di aver trovato finalmente il suo modo di esprimersi, una seconda pelle che la fa sentire completa.

Allo stesso tempo, però, il passaggio brusco dagli abiti da suora a quelli in latex non le fanno percepire a pieno quanto possa essere trasgressivo e sexy ciò che indossa. Inizia, così, a frequentare nei fine settimana dei club di gente che ama il fetish e i vestiti in latex. Si accorge sin da subito che lei, nonostante tutto, pare essere la più “sobria” del gruppo! Da quel momento non ha più abbandonato i club di fetish.

Una nuova esperienza

Damcho ancora non riesce a credere alla bella sensazione di sentire i suoi capelli sul viso e di vederli crescere. In quanto suora tibetana, infatti, non le era permesso di portarli lunghi; aveva sempre la testa rasata. Ma soprattutto è entusiasta di questa sua rinascita nel corpo e non riesce a non associarla anche a una rinascita nella mente. Ora può sperimentare e giocare con la sua nuova sessualità, ma non può dimenticare la spiritualità del passato. Ha infatti intrapreso una colletta per potersi pagare un dottorato in Filosofia. Damcho si definisce una “suora cattiva”: una donna con la spiritualità e il pensiero di una suora, ma la sessualità e gli abiti di una fetish queen. La ricerca della felicità non deve essere negata a nessuno e se lei l’ha trovata in questo contrasto… ben venga!


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media