×

Superluna delle Fragole: quando e come vederla e perché si chiama così

Luminosità aumentata e dimensioni "cresciute" del 10% ma è solo perché è molto più vicina alla terra: sta per arrivare la sontuosa Superluna delle Fragole

La grande Superluna delle Fragole

Sta arrivando la notte della superluna delle Fragole e sul perché si chiami così sia chiaro che le fragole c’entrano ma non come abbiamo creduto in tanti e per tanto tempo. Il nostro satellite sta per apparire in una veste astronomica ed estetica molto affascinante e lo farà esattamente stanotte, 14-15 giugno.

In questa circostanza la luna sarà piena e raggiungerà il suo “perigeo”. Di cosa si tratta? Del punto più vicino alla Terra, motivo per cui apparirà più grande e luminosa del solito. Si tratta di un raro fenomeno astronomico per noi di prossimità che già da stasera, 14 giugno, darà visibile ad occhio nudo.

Una luna gigante e più luminosa

Ma cosa vedremo meteo permettendo? Una vera luna “gigante” ovvero più grande del normale di circa il 10% e con una luminosità aumentata in proporzione.

Per chi volesse goderselo dalle 21.15 l’evento verrà trasmesso in diretta streaming dal Virtual Telescope Project. E Gianluca Masi, astrofisico e responsabile scientifico del VTP, ha detto: “La prossima Superluna apparirà circa il 7% più grande e un po’ più luminosa della media, ma solo un osservatore esperto potrebbe rendersene conto”.

Perché si chiama Superluna delle Fragole

Ma perché viene chiamata “Luna delle Fragole”? Non c’entrano né la forma, men che mai il colore del frutto che pure viene evocato spesso.

C’entra la popolazione di nativi d’America degli Algonchini che al suo apparire l’aveva associata al periodo della raccolta delle fragole ed al momento in cui le orse erano più aggressive perché avevano i cuccioli già attivi e grandicelli. In Europa, la si chiama “Luna delle Rose” per lo stesso motivo ma per un differente dono che la terra offre in questo periodo.

Contents.media
Ultima ora