×

Svezia, green pass obbligatorio per eventi con più di 100 persone

Arriva il green pass obbligatorio anche in Svezia: servirà per partecipare a eventi con 100 o più persone.

Svezia green pass eventi

La Svezia ha affrontato il picco della pandemia senza introdurre particolari limitazioni. Niente lockdown o grandi restrizioni, con cui invece gli italiani – e non solo – si sono abituati a convivere per lunghi mesi. Per la prima volta, tuttavia, anche i cittadini svedesi dovranno rispettare un obbligo introdotto per contenere la diffusione del coronavirus.

Il green pass obbligatorio arriva anche in Svezia e sarà necessario esibirlo per partecipare a eventi con 100 persone o più.

Svezia, green pass obbligatorio per gli eventi con più di 100 persone

Nei luoghi in cui è possibile creare grandi assembramenti si rivela necessario contenere i rischi di contagio. Per questo motivo, anche la Svezia corre ai ripari.

Mentre il Vecchio Continente fa i conti con una brusca risalita dei contagi, la Svezia cerca di prevenire introducendo alcune limitazioni.

In particolare, i cittadini dovranno disporre di un green pass valido e obbligatorio per poter partecipare a eventi con oltre 100 persone.

Svezia, obbligo green pass per eventi con 100 persone: l’annuncio

Ad aver comunicato la notizia è stato lo stesso Governo svedese, che finora si era mostrato restio nell’adottare misure restrittive contro il Covid-19.

L’obbligo sarà valido dall’1 dicembre 2021.

Svezia, obbligo green pass per eventi con 100 persone: “Esportatore netto di contagi”

L’obbligo di green pass per gli eventi con 100 o più persone arriva in seguito a uno studio condotto dall’università di Uppsala. La ricerca dimostrerebbe che le politiche lassiste del governo di Stoccolma hanno contribuito alla diffusione del virus, comportando un aumento dei contagi anche nei Paesi vicini e favorendo lo sviluppo di varianti del Covid.

Infatti, John Pettersson dell’università di Uppsala, intervenuto alla tv svedese Svt, ha dichiarato: “La Svezia è stato un Paese esportatore netto del virus Sars Cov-2 verso i nostri vicini nordici nel primo anno di pandemia”.

Contents.media
Ultima ora