> > Svezia, perché Greta Thunberg sta protestando per l'apertura di una nuova mi...

Svezia, perché Greta Thunberg sta protestando per l'apertura di una nuova miniera?

Greta Thunberg protesta in Svezia: apriranno una nuova miniera

Svezia, perché Greta Thunberg sta protestando assieme agli indigeni Sami. L'attivista contro il progetto dello sfruttamento minerario a Gállok.

Svezia, perché Greta Thunberg sta protestando? Il Paese nordico sogna una maggiore autosufficienza mineraria e ha in cantiere la costruzione di una miniera di ferro a Gállok.

Svezia, perché Greta Thunberg sta protestando?

L’attivista Greta Thunberg si è unita alla protesta per bloccare la costruzione di una miniera a Gállok, Svezia. Lei e gli altri manifestanti si proclamano contro il piano che coinvolge la società mineraria britannica Beowulf, che dovrebbe creare tra i 250 e i 300 posti di lavoro.

Non solo per lo sfruttamento ambientale e l’inquinamento, Greta Thunberg protesta anche perché il territorio è tradizionalmente abitato dalla comunità indigena Sami.

Greta Thunberg protesta in Svezia

Il piano per la costruzione della miniera di ferro non è ancora stato approvato, la decisione spetta al governo di Stoccolma nelle prossime settimane. La comunità indigena Sami si è unita alla protesta di Greta Thunberg perché, oltre al lampante danno ambientale, il progetto creerà problemi alla caccia e alla pesca e impedirà l’allevamento delle renne, mettendo a repentaglio il loro stile di vita.

Svezia, Greta Thunberg protesta assieme ai Sami

“Crediamo che il clima, l’ambiente, l’aria pulita, l’acqua, l’allevamento delle renne, i diritti dei popoli indigeni e il futuro dell’umanità debbano avere la priorità sui profitti a breve temine di un’azienda”, ha dichiarato la famosa attivista in un video messaggio online, “Il governo svedese deve fermare la colonizzazione del Sápmi”.

Nei territori Sápmi, nome tradizionale con cui la comunità Sami identifica la propria terra, vivono circa 100mila membri di questa comunità, di cui tra i 20mila e i 40mila in Svezia.

Le restanti si trovano in un’area compresa tra Norvegia, Finlandia e Russia e sono l’unica popolazione indigena dell’Unione europea rimasta.