×

Svizzera, trovata cocaina nei sacchi delle capsule Nespresso

Nello stabilimento Nespresso a Romont, in Svizzera, è stata trovata della cocaina nei sacchi delle capsule. Non ci sarebbero stati contatti con i prodotti

Cocaina

Nello stabilimento Nespresso a Romont, in Svizzera, è stata trovata della cocaina nei sacchi delle capsule. L’azienda ha voluto rassicurare tutti spiegando che la droga non è entrata in contatto con nessuno dei prodotti usati in fabbrica.

Svizzera, trovata cocaina nei sacchi delle capsule Nespresso

Gli operai dello stabilimento Nespresso a Romont hanno aperto dei sacchi che dovevano contenere dei normali chicchi di caffè da lavorare per preparare le capsule per uso domestico. Hanno, però, scoperto che nei sacchi era presente un carico di oltre 500 kg di cocaina. Sono rimasti molto sorpresi e i responsabili dell’azienda hanno chiamato le forze dell’ordine. Gli inquirenti sono arrivati e hanno confermato che si trattava di droga, che è stata trovata anche in altri container dello stesso trasporto, per un valore di oltre 50 milioni di franchi, ovvero 48 milioni di euro.

Secondo quanto ricostruito, la spedizione proveniva dal Brasile. La cocaina probabilmente era destinata al mercato europeo.

La nota dell’azienda

Durante l’intervento è stato allestito un perimetro di sicurezza intorno alla fabbrica. Nespresso ha assicurato che la merce e gli impianti per la produzione di capsule di caffè non sono stati contaminati. “Vogliamo rassicurare i consumatori sul fatto che tutti i nostri prodotti sono sicuri da consumare” ha dichiarato l’azienda in una nota.

La polvere non è entrata in contatto con nessuno dei prodotti utilizzati nella produzione” ha confermato la polizia.

Contents.media
Ultima ora