Tankard: A girl called cerveza, la recensione - Notizie.it
Tankard: A girl called cerveza, la recensione
Musica

Tankard: A girl called cerveza, la recensione

Per i tedeschi Tankard sono stati 30 anni di thrash e sbronze, non necessariamente in quest’ordine. Per festeggiare il trentennale che c’è di meglio di un nuovo album? “A girl called cerveza” segna il passaggio della band capitanata dal frontman Gerre alla Nuclear Blast. L’album è il classico thrash che ti aspetti da una band come i Tankard. I fan non resteranno delusi. Le danze si aprono con “Rapid Fire”, un brano che fa capire fin dalle prime battute dove l’album andrà a parare. Veloce e melodico il giusto. Segue la title track che si candida ad essere uno degli hit della band di qui in avanti. Il cd, forse, perde qualcosina nel finale con “Metal Magnolia” ma è un calo che ci può stare in un album di 10 song.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=NgCRPriksBk&w=560&h=315]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche