×

Taranto, 40enne tenta di uccidere la moglie e poi si suicida gettandosi dal balcone

Un uomo di 40 anni ha tentato di uccidere la moglie, a Taranto, per poi togliersi la vita gettandosi da un balcone situato al quinto piano.

AGGRESSIONE

In provincia di Taranto, un uomo di 40 anni con precedenti penali ha tentato di uccidere la moglie per poi suicidarsi, gettandosi dal balcone dell’abitazione in cui viveva con la famiglia.

Taranto, 40enne tenta di uccidere la moglie e poi si suicida gettandosi dal balcone

Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 luglio, un uomo di 40 anni – noto alle forze dell’ordine in quanto in possesso di precedenti penali – ha aggredito la moglie di 39 anni. Dopo aver provato a uccidere la donna, senza successo, il 40enne ha deciso di togliersi la vita, lanciandosi dal balcone dell’appartamento che condivideva con i suoi cari, situato al quinto piano di un complesso residenziale costruito nel centro di Taranto.

Prima di suicidarsi, l’uomo era riuscito a ferire la compagna, colpendola con un paio di forbici al mento e allo sterno. La donna, tuttavia, è riuscita a sottrarsi alla furia omicida del marito e a mettersi in salvo insieme ai suoi due figli di 13 e 6 anni.

Nel momento in cui i tre stavano varcando la soglia del palazzo per mettersi in salvo, poi, il 40enne è precipitato nel vuoto, schiantandosi violentemente sull’asfalto e morendo sul colpo.

Taranto, 40enne tenta di uccidere la moglie e poi si suicida: soccorsi e forze dell’ordine

La drammatica vicenda è stata prontamente segnalata alle forze dell’ordine che si sono recate sul luogo. I sanitari del 118, giunti insieme agli agenti della Squadra Mobile, hanno prestato soccorso alla donna che è stata trasferita presso l’ospedale Santissima Annunziata. Sulla base delle informazioni sinora trapelate, pare che la 39enne non abbia riportato ferite gravi in seguito all’attacco del marito.

Intanto, gli agenti della Squadra Mobile, coordinati dal vicequestore Fulvio Manco, stanno indagando sull’accaduto per comprendere le dinamiche degli eventi, attualmente in fase di accertamento.

Secondo le ricostruzioni sinora effettuate, sembra che la coppia fosse da poco rincasata dopo aver partecipato a un banchetto nuziale. In questo frangente, si sarebbe sviluppata la fatale colluttazione.

Taranto, 40enne tenta di uccidere la moglie e poi si suicida: i rilievi della polizia

La polizia si è occupata di effettuare i rilievi necessari e ha condotto un sopralluogo all’interno dell’appartamento in cui viveva la famiglia. In questa circostanza, gli agenti hanno recuperato le forbici usate dell’uomo morto suicida per ferire la moglie e hanno rinvenuto copiose tracce di sangue che confermano l’aggressione.

In seguito alla fuga dall’abitazione, durante la quale la 39enne è riuscita a mettere in salvo sé stessa e i suoi due figli minorenni, poi, i tre sono stati assistiti e aiutati da alcuni vicini svegliati dalle urla della donna.

Contents.media
Ultima ora