Taranto, pregiudicato affonda barca del padre
Taranto, pregiudicato affonda barca del padre
Bari e Puglia

Taranto, pregiudicato affonda barca del padre

Taranto, pregiudicato affonda barca del padre
Taranto, pregiudicato affonda barca del padre

Dopo un litigio col padre gli affonda la barca a martellate

Denunciato 23enne tarantino

E’ accaduto nella città vecchia di Taranto che un 23enne con alle spalle qualche precedente penale, a seguito dell’ennesima verace lite con il padre si è allontanato dall’abitazione familiare dirigendosi al molo di via Cariati per affondare la barca da pesca del genitore lì ormeggiata, a colpi di martello.

L’imbarcazione di legno e di piccole dimensioni non ha resistito a lungo prima di soccombere sotto ile violente martellate affondando tragicamente. I vicini, allertati da urla e dal rumore provocato dai forti colpi, hanno allertato le forze dell’ordine, ma quando questi sono giunti sul luogo era troppo pardi per la povera barca, ormai colata a picco, mentre il 23enne pregiudicato continuava a litigare con i genitori senza placarsi neanche alla vista degli agenti di polizia, continuando a brandire il martello e danneggiando con esso anche una panchina in ferro, prima di essere fermato e portato in questura.

Al ragazzo è spettata una denuncia in stato di libertà per danneggiamento.

E’ toccato invece ai sommozzatori dei vigili del fuoco l’individuazione e il recupero della carcassa della piccola imbarcazione adagiata sul fondale, il quale è dovuto avvenire con l’ausilio di una gru.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*