×

Tavolo Di Maio-Speranza, turismo: “Riaprire a tutti i Paesi con un alto livello di vaccinazione”

Il ministro degli Esteri Di Maio e il ministro della Salute Speranza hanno organizzato un tavolo operativo sulla riapertura dell’Italia al turismo.

Speranza

La riapertura del Paese ai turisti stranieri, da valutare in considerazione dell’ormai imminente periodo estivo, è stato il principale tema affrontato dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio e dal ministro della Salute Roberto Speranza nel corso di un recente incontro.

Tavolo Di Maio-Speranza, turismo: Paesi europei, Regno Unito e Israele

Nella mattinata di sabato 8 maggio, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio e il ministro della Salute Roberto Speranzahanno organizzato un tavolo operativo in occasione del quale si è discusso circa le misure da adottare nei confronti dei turisti stranieri in materia di riapertura al tempo della pandemia da coronavirus. Un simile confronto si è reso necessario soprattutto in vista del progressivo avvicinarsi dell’estate.

Sulla base delle prime informazioni trapelate in seguito all’incontro tra i due ministri italiani, sembra che a partire dal prossimo sabato 15 maggio verrà ufficialmente superata la quarantena dai tempi ridotti sinora imposta a tutti i viaggiatori che provengono dai differenti Paesi dell’Unione Europea.

La decisione, poi, è stata estesa anche ai cittadini che giungono in Italia da Israele e dal Regno Unito.

Tavolo Di Maio-Speranza, turismo: l’obiettivo del Governo

L’obiettivo principale manifestato dal Governo consiste nel riaprire totalmente l’Italia a tutte le Nazioni straniere nelle quali sono stati registrati alti livelli di vaccinazione. La volontà che anima l’esecutivo è ovviamente condivisa dal ministro degli Esteri e dal ministro della Salute che hanno sviluppato il tavolo organizzativo tentando, per l’appunto, una soluzione adeguata al risultato che si desidera raggiungere.

I due ministri, infatti, stanno lavorando per individuare un parametro che permetta a tutti gli stranieri di recarsi in Italia, in modo libero e sicuro.

Tavolo Di Maio-Speranza, turismo: il caso degli USA

Nel corso della riunione svolta nella mattinata di sabato 8 maggio, inoltre, è stata affrontata anche la delicata questione che riguarda gli Stati Uniti d’America.

A questo proposito, l’intenzione del ministro degli Esteri Di Maio e del ministro della Salute Speranza coincide con la decisione di riaprire il Paese ai turisti americani durante il periodo estivo. Per questo motivo, si lavorerà per potenziare e rafforzare i voli Covid free in modo tale che l’Italia sia pronta a riaprirsi al turismo internazionale entro la metà di giugno eliminando ogni obbligo di quarantena per tutti i cittadini residenti negli USA. Anche in questo caso, il criterio da applicare per consentire l’ingresso dei viaggiatori su territorio nazionale riguarderà il possesso di un tampone risultato negativo, la somministrazione del vaccino anti-Covid oppure l’aver già contratto il SARS-CoV-2 ed essere, di conseguenza, guariti.

Il post su Facebook di Di Maio sul turismo in Italia

Il tavolo organizzativo è stato commentato dallo stesso ministro Di Maio che, sulla sua pagina Facebook, ha pubblicato il seguente messaggio: “Il turismo è una chiave importante della ripartenza dell’Italia e dobbiamo pianificare bene l’estate affinché salute, economia e lavoro non vengano messi in pericolo. Con il Ministro Roberto Speranza abbiamo avuto un primo confronto sulle misure per le riaperture ai turisti stranieri che questa estate vorranno visitare il nostro Paese. L’obiettivo è quello di riaprire ai visitatori di quei Paesi stranieri che hanno raggiunto un alto livello di vaccinazione, allentando alcune misure già da metà maggio – e ha aggiunto – Siamo lavorando per superare la mini quarantena per chi proviene dai paesi europei, dal Regno Unito e da Israele, se si sarà muniti di tampone negativo, attestato di avvenuta vaccinazione o se si e guariti dal Covid negli ultimi sei mesi. Stessa cosa per gli USA, dove verranno potenziati i voli Covid free e da giugno puntiamo a superare la mini quarantena all’arrivo. Inoltre, stiamo provvedendo ad organizzare dei voli Covid free anche per Dubai, dove da ottobre partirà Expo. Continuiamo a lavorare sodo per riaprire in sicurezza”.

Contents.media
Ultima ora