×

Teatro della Tosse: spettacoli di dicembre

Il dicembre del Teatro della Tosse è caratterizzato da tre grandi sorprese. Sul palco si avvicenderanno alcuni dei protagonisti del teatro internazionale e nazionale: Bette Bourne, Mark Ravenhill, Fabrizio Arcuri, l’Accademia degli Artefatti e Tonino Conte.

Il primo spettacolo, A life in three acts (14-15 dicembre) vedrà in scena Bourne e Ravenhill e inaugura anche la stagione dei grandi ospiti stranieri della nuova stagione della Tosse. Un lavoro che parla del movimento gay dei primi anni 70 in Gran Bretagna attraverso i racconti e i filmati di un’icona di quel movimento: Bette Bourne.

Dal giorno successivo sarà di scena l’Accademia degli Artefatti di Fabrizio Arcuri con Shoot, get the treasure & repeat. Si tratta di un progetto speciale con 19 attori impegnati in 12 diverse pièce teatrali (dal 16 al 19 dicembre).

La tradizionale festa di capodanno sarà in compagnia di Tonino Conte e del suo Tombola! … che vinco? Uno spettacolo che gioca con il pubblico, l’arte e il teatro.

Programma:

Da martedì 14 a mercoledì 15 dicembre, ore 21.00

MARK RANVENHILL

A LIFE IN THREE ACTS

scritto da Bette Bourne e Mark Ravenhill
con Bette Bourne
regia Mark Ravenhill
London Artists Projects Production (Gran Bretagna)

Senza una vera scenografia di cui parlare, nè costumi se non uno sgargiante soprabito di lustrini di proprietà del notevole uomo in palco, e un commediografo al posto di un attore, A life in three acts è un pezzo di teatro unico.

Seduto davanti a un proiettore con due sedie bianche e un tavolino da caffè dell’Ikea, Mark Ravenhill e Bette Bourne presentano una versione dei frammenti di vita della Bourne raccontati a Ravenhill in una serie di interviste fatte nel suo appartamento di Notting Hill. Dalla sua infanzia. alla violenza del padre, alla sua carriera all’Old Vic, Bourne racconta un’incredibile vita a colori inimmaginabile nell’Inghilterra in bianco e nero degli anni 50. Con l’arrivo degli anni ’70 la storia di Bourne diventa attuale mentre racconta a Ravenhill degli incontri del movimento gay, della sensazione di indossare per la prima volta un abito femminile, di vivere in una comune di drag queen, e della nascita della compagnia teatrale Bloolips. Come in un’intervista Ravenhill fa domande a Bourne innescando spesso meccanismi comici ma anche commoventi tra frammenti di immagini e di suoni della vita reale (dalla madre che canta a intepretazioni di spettacoli) proposti come se fossero visti per la prima volta.

Un racconto pieno di ottimismo che allude soltanto alle lotte contro i pregiudizi sessisti della sua epoca e che arriva a raccontare dell’arrivo dell’AIDS in un crescendo di tensione emotiva che commuove sino alle lacrime. Bourne e Ravenhill possono sembrare una strana coppia – uno affascinante e modaiolo e l’altro trasandato e scomodo – ma le loro non raccontate comuni esperienze e l’ovvia tenerezza tra di loro immerge il pubblico in una storia a volte ilare a volte struggente.

PROGETTO SPECIALE

Da giovedì 16 a sabato 19 dicembre, in tutte le sale del Teatro della Tosse

Fabrizio Arcuri/ Accademia degli Artefatti

Spara trova il tesoro, ripeti

Un ciclo epico di Mark Ravenhill

Le paure e le perversioni insinuate dalle potenze occidentali in attacco permanente verso il “nemico” al centro dello spettacolo Spara, trova il tesoro e ripeti di Mark Ravenhill, che Fabrizio Arcuri mette in scena con 12 diverse pièces teatrali riunite sotto lo stesso titolo, con la sua Accademia degli Artefatti, tra humour dirompente e tensione allucinata. Ogni singola pièce è uno spettacolo a sé stante; lo spettatore potrà scegliere se vederle tutte, con un biglietto speciale, o solo alcune. Spara, trova il tesoro e ripeti – i cui titoli delle pièces alludono a capolavori della storia del cinema, della letteratura e della musica – è un’opera che contiene molte storie declinate in diversi modi a seconda dei meccanisimi di potere che sono alla base di qualsiasi evento e rappresentazione.

Nel lavoro di Mark Ravenhill il riferimento alla guerra neocoloniale intrapresa dall’Occidente in Medio Oriente è preciso e dichiarato. E il titolo è un’allusione fin troppo esplicita all’idea che questa “Guerra Moderna” ha assunto le sembianze e l’irrealtà di un video game amplificato dalla copertura che i media mondiali hanno garantito all’evento. Ogni pièce è un piccolo e compiuto congegno teatrale che assale lo spettatore con una tensione e una carica emotiva che è la stessa che hanno vissuto i fruitori dei servizi giornalistici e televisivi che negli anni ci hanno informato delle terribili conseguenze della guerra in Iraq –meccanismo televisivo che poi spinge gli spettatori a voler ripetere subito l’esperienza e vederne un altro.

I titoli delle piéces:

Nascita di una nazione di W. Griffith / Paradiso Perduto di Milton / Odissea di Omero / Guerra e Pace di Tolstoj / Delitto e Castigo di Dostoievski

La Madre di Gorkij/ Il Mikado di Sullivan/ Donne in amore di D.H. Lawrence/ Le Troiane di Euripide/ Terrore e Miseria di Brecht/ Intollerance di W. Griffith/ Paradiso Ritrovato di Milton

31 dicembre 2010

Prima Nazionale

SPETTACOLO CAPODANNO

Tonino Conte / Teatro della Tosse

Tombola! Che vinco?

Grande Tombolata di Capodanno.

Uno spettacolo, un varietà e un gioco.

Tombola! Che vinco? È lo spettacolo mostra mercato di Tonino Conte che si svolgerà a Capodanno. Una festa spettacolo, che parte dai collage di Tonino Conte per perdersi poi nelle pieghe delle storie, che questi quadri raccontano. Una finta tombola dove a ogni numero corrisponde un personaggio, una storia, una poesia, una canzone o una favola, che verrà raccontata o interpretata da alcuni dei volti storici del teatro genovese. I quadri collage di Conte saranno, insieme agli attori, i protagonisti di questa serata speciale dove si mischiano teatro, musica e arte.

L’idea è quella di “giocare” col pubblico una classica tombola in cui ad alcuni dei numeri estratti corrispondano personaggi e canzoni tratte da spettacoli di Tonino, in un grande collage di scene che animeranno la sala da ogni parte.

INFO
Tel 010 2487011
Botteghino 0102470793
info@teatrodellatosse.it
Teatro della Tosse
Genova

Scrivi un commento

1000

Leggi anche