TEATRO NUOVO: “BOTHANICA” della compagnia MOMIX creato e diretto da Moses Pendleton – dal 2 al 28 marzo 2010
Cronaca

TEATRO NUOVO: “BOTHANICA” della compagnia MOMIX creato e diretto da Moses Pendleton – dal 2 al 28 marzo 2010

DSC_3277.giornali

MOMIX
presenta
BOTHANICA
uno spettacolo creato e diretto da
MOSES PENDLETON
assistito da
TSARRA BEQUETTE, JENNIFER CHICHEPORTICHE, JOSHUA CHRISTOPHER,
SIMONA DI TUCCI, JONATHAN EDEN, DONATELLO IACOBELLIS, ROBERT LAQUI, STEVEN MARSHALL,
SARAH NACHBAUER e CASSANDRA TAYLOR

co-direttore
Cynthia Quinn

costumi disegnati da
Phoebe Katzin, Moses Pendleton e Cynthia Quinn
realizzati da
Phoebe Katzin

disegno pupazzi
Michael Curry
realizzazione attrezzi e art work
Pedro Silva

disegno luci
Joshua Starbuck e Moses Pendleton

proiezioni video
Moses Pendleton

montaggio video
Woodrow F. Dick III

INTERPRETI

Tsarra Bequette Jennifer Chicheportiche Simona Di Tucci
Sarah Nachbauer Jamie Johnson
Jonathan Bryant Jon Eden Donatello Iacobellis
Robert Laqui Steven Marshall

direttori tecnici
Gianni Melis e Fabrizio Pezzotti

Lo spettacolo nasce dalla passione per la natura del coreografo Moses Pendleton, fondatore dei Momix. «Mi sono ispirato per prima cosa a Vivaldi e al suo ciclo delle Quattro Stagioni», dice infatti il coreografo. Lo spettacolo è diviso in due parti: Winter Spring (il nome delle due prime stagioni Inverno-Primavera, ma anche, in inglese, “lo slancio (spring) dell’inverno”) e Summer Fall (Estate-Autunno, ma anche “la caduta dell’estate”).

Le coreografie sono un insieme di elaborati giochi ottici, intessuti di efficaci strutture dinamiche proprie della modern dance americana. Il panorama sonoro è impressionante per varietà: ben trentacinque diverse fonti sonore. C’è però anche il desiderio di trarre lezione dall’osservazione della natura nel senso, appunto, un po’ ingenuo e forse ancora “hippy” del termine. «Questa è l’essenza dei Momix: si vede un fiore in un uccello, un essere umano in una roccia, una donna in un uomo. Bisogna usare la fantasia, l’immaginazione, la creatività. Nei nostri spettacoli cerchiamo di provocare quella che io chiamo “optical confusion”: un modo per eccitare i nervi del cervello e stimolare la creatività».

“La pianta concentra tutta la propria esistenza verso un unico scopo: spuntare dal terreno per sfuggire alla calamità sotterranea; eludere e trasgredire una legge misteriosa ed opprimente, liberarsi, strapparsi dalla morsa soffocante, immaginare o invocare ali per scappare il più lontano possibile, affrancarsi da uno spazio in cui il destino l’ha relegata ed accostarsi ad un’altra realtà, entrare a far parte di un mondo emozionante e vivido”.

Maurice Maeterlink, L’Intelligenza dei Fiori.

Musiche

Winter Spring

Martin Franklin, “Frozen Land” and BlueTech, “Leaving Babylon” from Prima Materia
BlueTech, “Cliff Diving” from Prima Materia
Rotomaro/ Zero One, “Nano” and “Brainwave” from Ozone on Waveform Records
Lisa Gerard, “Space Weaver” on The Silver Tree
Transglobal Ungerground, “This is the Army of Forgotten Souls” on Dream of 100 Nations
Vivaldi’s Four Seasons: Primavera as played by Sofie Muter
Baka Beyond, “The Meeting Pool” on UMBORDS: Ancestor’s Voice
Suphala, “ Destinations” on The Now
Blood is Shinning, “Easter Winds” and “Spark of Sound” on Eastern Dub Tactik
Peter Gabriel, “The Heat” from Birdie sountrack

INTERVALLO

Summer Fall

Peter Gabriel, “Slow Water” from Birdie
Delerium, “Sphere” on Archives I
Deval Premal, “—” on Moola Mantra (could be: Invocation, pt 1, 2, 3, or Incantation)*
Delerium, “Amongst the Ruins” from Poem
2 AD, “Aqua Sonic” from A Positive Life on Waveform Records
Amon Tobin, “Easy Muffin” on Bricolage
Delerium, “Embryo” from Archives 1, 2
Lyod Grotjan, “Apogee” on Twelve Moods
BlueTech, “Messamorphic” on Prima Materia
Angeliqu Kidjo, “Lemanja” on Bhudda Bar 5 disc 1 and Elie Karam, “Baadima” on Bhudda Bar 5disc1
Azam Ali, “Aj Ondas” on Portals of Grace
Brent Lewis, “Mr.

Mahalo Head” on The Primative Truth

*Aqua Flora sponsored in part by Brandon Fradd in honor of Dancers Responding to Aids
si ringraziano:
Sharon Dante, Nutmeg Ballet; James Patrick, Warner Theatre;
Phillip Holland; Joan Talbot; Laura Daly; Margaret Selby; Giuliana Gratton
e Julio Alvarez

Questo spettacolo è stato allestito al Teatro Toniolo di Mestre.
La compagnia ringrazia tutto il personale
e Arteven per il loro importante contributo.

Momix

è rappresentato in Italia da
Duetto 2000 ROMA
Durata dello spettacolo 2 ore con intervallo

PROGRAMMA DELLO SPETTACOLO

WINTER SPRING

Aurora
The Dead Of Winter
Cateraction
Geese Return Overhead
Beckoning
Fantasy Tree-Flower to Tempt
Three Graces
from the Foam
to Taste of Pollen Snow
And Fall Back
into
the Flow

Loons Laugh in Darkness
for
Swans
to
Dream
of
Genesis
and
New Green

Fro ZEN Awakening
Love from Above
Delivers Persephone
to the Subsoil
Riding Old Bones
to
Romance with
Ancient Stones

The Worm Turns
Night
Crawlers
into a Sea of Green
Spring Pools
Marigolds Bloom
Hornets Hop
Owls Hoot

the Arrival
of Centaurs
Amid Summer Night’s Dream
Fire
Flies

SUMMER FALL

God’s Hammer

August of Wind
Storms
Rain
The Beaded Web

INSEX
Meet the Beetles
and
Egg On

Birds of a Feather
to
Drop Seed
on
Sun Flower
Finches
Startled by
the
Avant Gardner
as the Green Man
is
Leading the Charge
of
Indian Summer

Branches
Gathering for
Autumnal Ball

Last Leaf
Catches
the First
Snow
Fall

Cold
River
Runs
Again

But There’s More
a Solar Flare
Tonight’s Encore!

MOMIX – La Compagnia

Conosciuti in tutto il mondo per le sue opere di eccezionale inventiva e bellezza, i Momix sono una compagnia di ballerini-illusionisti diretta da Moses Pendleton, che sin dalla fondazione ha ottenuto grande notorietà per la sua capacità di evocare un universo di immagini surreali utilizzando corpo, costumi, attrezzi e giochi di luci e ombre.

La compagnia prende il nome da un assolo ideato da Pendleton – al tempo membro dei Pilobolus Dance Theatre – per i Giochi Olimpici invernali di Lake Placid nel 1980. Nel corso di questi anni, la formazione e il numero dei danzatori hanno subito diversi mutamenti, ma l’impegno di sviluppare l’arte della danza e di diver¬tire il pubblico è rimasto immutato.
Nel 1992, MOMIX presenta “PASSION” che diventa in breve tempo un successo mondiale. Si tratta di uno spettacolo ballato sulla colonna sonora, composta da Peter Gabriel. Lo stesso anno la celebre squadra di Baseball “San Francisco Giants” affida a MOMIX la realizzazione di una coreografia per un’inaugurazione. Darà nascita al nuovo spettacolo chiamato, appunto,”BASEBALL” (1994). Nel febbraio 1996 debutta a Milano lo spettacolo “SUPERMOMIX”. Per la fine del millennio, “SUPERMOMIX” e “PASSION” (chiamato “PASSION 2000”) vengono rinnovati.

La compagnia ha spesso realizzato progetti speciali come pure televisivi. In Italia, è apparsa in produzioni RAI trasmesse in mondovisione. Ha inoltre partecipato al programma “Omaggio a Picasso” a Parigi ed è stata scelta per rappresentare gli USA al Centro Culturale Europeo di Delfi, ha preso parte a numerose convention tra cui nel luglio 1999, MOMIX, forte per la circostanza di ben 15 ballerini, ha effettuato una serie di spettacoli nel complesso del Lingotto a Torino, in occasione delle cerimonie del Centenario di FIAT AUTO, con un programma interamente inedito. Nel febbraio 2001 presentano la prima mondiale del nuovo spettacolo “OPUS CACTUS” al Joyce Theatre di New York, subito osannato dalla critica mondiale. Record assoluto di pubblico nei paesi dove è stato rappresentato questi ultimi anni.
Oltre alle annuali apparizioni al Joyce di New York, la compagnia si esibisce in tutto il mondo effettuando tournée in Canada Spagna, Italia, Grecia, Francia, Inghilterra, Austria, Svizzera, Irlanda, Olanda, Portogallo, Argentina, Brasile, Russia Australia e tutto l’Oriente.

MOMIX nel 2005 ha compiuto 25 anni di vita. Lo spettacolo SUN FLOWER MOON è nato per festeggiare l’avvenimento. Dopo la sua creazione, ha attraversato in tournée il Cile, il Brasile, la Francia, la Grecia e gli Stati Uniti. Nel 2006, è stato presentato a Roma, Londra, Lisbona e Madrid, nel 2007 a Milano.

BOTHANICA

Lo spettacolo ha debuttato in prima mondiale all’EuropAuditorium di Bologna con clamoroso successo di pubblico e critica nel febbraio 2009 proseguendo trionfalmente in Italia per dieci settimane, trasferendosi poi a maggio al Joyce Theatre di New York e a giugno a Santiago del Cile.
Bothanica è ritornato in Italia per altre sei settimane, partecipando a tutti i più importanti festival estivi ( Teatro Romano di Verona, Teatro Greco di Taormina , Festival della Versiliana, ecc…); a fine anno è stato presentato per sei settimane al Teatro del Canal di Madrid.

MOSES PENDLETON – Direttore Artistico

Regista e Coreografo, Moses Pendleton è nato e cresciuto in una fattoria per l’allevamento del bestiame da latte nel nord del Vermont. Appassionato sciatore, ha vinto il campionato di sci di fondo dello Stato del Vermont nel 1967. Si è quindi laureato in letteratura inglese al Dartmouth College nel 1971 e, quello stesso anno, ha fondato assieme a Jonathan Wolken il Pilobolus Dance Theatre.
Negli anni ’70 Pilobolus conquista le platee di tutto il mondo grazie ad una geniale ed insolita combinazione di acrobatismo e fantasia: nel 1975 vince il Premio della Critica a Berlino e nel 1977 viene presentato a Broadway.
Pur rimanendo uno dei direttori artistici di Pilobolus, Pendleton inizia a lavorare da solo: nel 1979 è coreografo ed interprete nell’ Integrale Erik Satie all’Opéra di Parigi.
Nel 1980 fonda la Compagnia MOMIX. Nel frattempo Pendleton riporta sulla scena il balletto dadaista di Francis Picabia “Relâche” per il Joffrey Ballet, impersona il “Joker” nella produzione di Juri Ljubimov della “Kovancina” di Mussorgskij alla Scala di Milano e, nel 1982, alla Deutsche Oper di Berlino, allestisce ed è interprete nella produzione del balletto “Tutuguri”, basato su testi di Antonin Artaud.
Nel 1985 è coreografo del “Pulcinella” di Stravinskij per il Ballet de Nancy, e nel 1987 firma il “Platée” di Rameau al Festival di Spoleto negli U.S.A. Nel 1988 è responsabile della realizzazione coreografica de “Les Mariés de la Tour Eiffel” di Cocteau in occasione dell’inaugurazione della Sala Florence Gould all’Alliance Française di New York. Nel 1989 firma la coreografia di “AccorDION” per il Teatro Vorbühne di Zurigo. Nel 1993, è responsabile della coreografia dell’opera “Carmen”, regia di Lina Wertmuller al Teatro dell’Opera di Monaco di Baviera.
Per il cinema, nel 1982 produce il premiato documentario “Moses Pendleton Presents Moses Pendleton” per ABC Arts; nel 1984, partecipa con Julian Lennon a “Too Late for Goodbyes” diretto da Sam Peckinpah e nel 1991, al film “FXII”. Cura inoltre la coreografia del balletto ispirato ai “Quadri di un’Esposizione” di Mussorgskij-Ravel con l’Orchestra Sinfonica di Montreal diretta da Charles Dutoit, il film di questo spettacolo è vincitore di un premio internazionale. Ha infine diretto numerosi “specials” per il canale televisivo francese “Antenne 2” e per la RAI . Il suo film tridimensionale “Imagine”, girato nel 1994 con il metodo IMAX, ha ottenuto grande successo in tutte le sale del mondo dov’è in funzione questo procedimento. Ha contribuito alla realizzazione delle coreografie di video musicali quali “Batdance” per il film “Batman” con musica di Prince, e ad altri video per cantanti e gruppi quali White Lion, Shadowfax e Cathy Dennis.
Moses percorre molti chilometri a nuoto al giorno, registra le sue idee e scatta una quantità enorme di fotografie – sopratutto a sé stesso. Parte delle sue foto sono state esposte in alcune mostre a Londra, Milano e Aspen. Abita nel Connecticut con Cynthia Quinn, ex ballerina di MOMIX. La loro figlia Elisabeth, anche lei ballerina, nel 2007 è entrata a far parte de “Les Ballets de Monte Carlo”.
Nel 1998 Moses Pendleton ha ricevuto dal Governatore del Connecticut il Premio per le Arti. Nel 1999 il Premio “Positano” per la coreografia. E’ Guggenheim Fellow dal 1977. Per Momix ha creato i seguenti spettacoli: “Momix Classics”, “Passion”, “Baseball”, “SuperMomix”, “Opus Cactus” e, nel 2005 “Sun Flower Moon”. Nel 2008, ha creato per la ballerina russa Diana Vishneva, un assolo, che stato presentato a New York e in altre città delle Stati Uniti con grande successo.

Orari:
dal martedì al venerdì ore 20,45 – Sabato della prima settimana di repliche ore 16.00 e ore 20.45 – Domenica 7 marzo ore 16:00. Domenica 14, 21 e 28 marzo ore 16:00 e ore 20:00 – Lunedì riposo

Prezzi:

Dal martedì al venerdì: intero
Poltronissima 40 €
Poltrona 35 €
Poltrona B 25 €

Sabato e festivi:
Poltronissima 45 €
Poltrona 40 €
Poltrona B 30 €

Sabato 6 marzo ore 16: intero
Poltronissima 40 €
Poltrona 35 €
Poltrona B 25 €

Per informazioni e prenotazioni:

Teatro Nuovo – Piazza San Babila – Milano – tel. 02.794026
– www.teatronuovo.it – e-mail: info@teatronuovo.it
Biglietteria: Lun-Sab dalle 10.00 alle 19.00 – Domenica dalle 11.00 alle 17.00
– tel: 794026 – fax: 02.781615
– Prenotazioni con carta di credito tel: 02.76023422

Ufficio Gruppi – tel: 02.76001231 – fax: 02.781615
– responsabile Angela Gligora- e-mail: angela@teanuovo.it
Ufficio Scuole – responsabile ufficio scuole: Simone Giusti
tel: 02.76023422 – Fax 02.781615 – e-mail:
simone@teatronuovo.it
Vendita Abbonamenti
c/o uffici del Teatro – Corso Matteotti 20, ang. P.zza San Babila
Lun-Ven dalle 10.00 alle 18.00 – Sabato dalle 10.00 alle 14.00
– info line: 02.794026

Ufficio Stampa:
VerbaVolant
Marco Guerini Lia Chirici
Via Imperia, 16- 20142 Milano – Tel. 02/84891579 – Cell. 339/1912937 – Fax 02/89545278
e-mail: info@ufficiostampaverbavolant.it

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche