×

Tel Aviv, famiglia americana tenta di imbarcare una bomba inesplosa in aereo

Una famiglia americana che stava tornando negli USA ha messo nel bagaglio una bomba inesplosa e voleva imbarcarla in aereo.

Bomba

Una famiglia americana ha cercato di imbarcare su un aereo una bomba inesplosa. Stavano tornando a casa, negli Stati Uniti, e hanno messo la bomba nel bagaglio, generando il panico nell’aeroporto di Ben Gurion. 

Tel Aviv, famiglia americana tenta di imbarcare una bomba inesplosa in aereo

Una famiglia americana ha cercato di portarsi a casa, da Tel Aviv, una bomba inesplosa. Il particolare souvenir ha scatenato il panico all’aeroporto di Ben Gurion, nella giornata di giovedì 28 aprile. Secondo le autorità locali, l’ordigno sarebbe stato raccolto da un ragazzino durante una visita alle alture del Golan, luogo di guerre tra Israele e Siria. La famiglia ha pensato di metterla in valigia e portarla a casa.

Quando sono arrivati ai controlli di sicurezza hanno mostrato la bomba agli agenti ed è scattata immediatamente la richiesta di evacuazione dell’area

Panico all’aeroporto

I video girati dalle persone presenti, che stanno circolando su Twitter, mostrano i passeggeri correre in tutte le direzioni, scontrandosi. Sono stati momenti di forte panico. Una persona è finita in ospedale dopo essere caduta sui bagagli. Sono intervenuti gli artificieri ed è stato accertato che la bomba non era un pericolo, per questo l’ordine di evacuazione è stato ritirato.

Non è chiaro se la famiglia americana, che è stata interrogata in aeroporto, ha potuto davvero portarla a casa oppure no. Un membro di questa famiglia aveva estratto l’ordigno dal suo zaino, chiedendo al funzionario se poteva metterlo nel bagaglio. Mentre il funzionario ordinava l’evacuazione, un altro passeggero ha iniziato a gridare “terroristi che sparano“, scatenando il panico.

Contents.media
Ultima ora