×

Tenda bis: arresti e denunce per furto e frode nelle forniture

Il raddoppio del traforo internazionale che collega Italia e Francia passando da Cuneo è stato sequestrato

cuneo cantiere

La guardia di finanza di Cuneo sta eseguendo numerosi arresti ed ulteriori denunce per furto aggravato e frode in pubbliche forniture. I finanziari hanno sequestrato il cantiere Tenda bis, il raddoppio del traforo internazionale che collega Italia e Francia passando da Cuneo.

Una maxi operazione della Guardia di Finanza con 9 misure cautelari come disposto dalla Procura, 5 arresti domiciliari e 4 obblighi di dimora.Sono stati arrestati il direttore dei lavori, il direttore tecnico di cantiere ,il capo cantiere, il responsabile di area dei cantieri Nord Italia per Fincosi ed il contabile di cantiere.Anche altre otto persone hanno ricevuto avvisi di garanzia.
Dopo le 8 di questa mattina, sono partite diverse auto e pattuglie e due elicotteri ed è scattato il blitz.

Un’indagine complessa in azione dall’anno scorso, grazie al colonnello della Guardia di Finanza Massimiliano Pucciarelli e coordinata dal sostituto procuratore Chiara Canepa.

I reati ipotizzati sono la sottrazione di materiali destinati alla nuova costruzione, è emerso che gli indagati avrebbero rubato dei materiali per poi rivenderli come rifiuti. Avrebbero ricavato circa 100 mila euro vendono ad aziende che operano nelle province di Cuneo e di Torino.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche