Tenta di sgozzare la moglie, poi si uccide
Tenta di sgozzare la moglie, poi si uccide
Cronaca

Tenta di sgozzare la moglie, poi si uccide

roma coniugi

L'uomo è morto. La donna è ricoverata al Policlinico di Roma in condizioni critiche. Si indaga sulle ragioni dietro al folle gesto.

A Roma un marito ha tentato di sgozzare la moglie, durante una violenta lite. L’uomo si è poi buttato dal balcone, morendo sul colpo. La donna è ancora viva e ricoverata in grave condizioni al Policlinico romano di Tor Vergata. La tragica vicenda è accaduta in via Francesco Baracca, zona Ciampino, alle 5,30 del mattino del 29 aprile.

I fatti

Non si conoscono ancora le ragioni per le quali si è scatenato il violento litigio. Alessandro Tolla ha 42 anni, è un commercialista e lavora nel ramo assicurativo. E’ sposato da quattro anni con Maria Giuliano, avvocato di 37 anni. I due coniugi non hanno figli. Gli inquirenti hanno sequestrato il computer trovato nell’abitazione, nella speranza di trovare qualche indizio che aiuti a ricostruire nel modo più preciso possibile la dinamica dei fatti. Inoltre, l’arma (un coltello da cucina lungo circa una trentina di centimetri) del tentato omicidio è stata raccolta dalla scientifica. Di certo, durante la forte lite, l’uomo ha afferrato il coltello usandolo per ferire la moglie.

La donna ha cercato di difendersi, ma il marito ha tentato di tagliarle la gola. Forse pensando di averla assassinata, Tolla si è lanciato giù dal balcone. La coppia abita al terzo piano: il salto nel vuoto è stato letale. Le urla allarmano i vicini, i quali avvertono immediatamente le Forze dell’Ordine. Secondo le prime testimonianze raccolte, chi abita accanto è rimasto sorpreso proprio dall’alterco: i coniugi infatti, in quattro anni di matrimonio, non hanno mai avuto forti discussioni. Per questa ragione, il tentato omicidio e il suicidio sembrano davvero un enigma.

Al via le indagini

Le urla hanno svegliato i vicini, pronti a dare l’allarme. Sul posto sono giunti gli agenti del commissariato di Marino. Aperta la porta, gli agenti trovano Maria Giuliano a terra e in stato d’incoscienza. Ha il volto tumefatto (forse il marito l’ha picchiata) e una profonda ferita d’arma bianca alla gola. Un’ambulanza ha immediatamente trasferito la donna al Policlinico di Roma, dove è stata sottoposta a una delicata operazione. Accanto a lei in ospedale c’è sua madre. Per Alessandro Tolla invece non c’è stato niente da fare. Nell’appartamento stanno facendo i dovuti sopralluoghi la polizia scientifica; sono presenti anche il magistrato e il medico legale.

Le possibili motivazioni

L’analisi del computer e di alcune lettere trovate nella casa dei due coniugi potrebbero aiutare a capire le cause dietro questa inspiegabile tragedia. Secondo alcuni testimoni sentiti dal quotidiano Il Messaggero, i Tolla sembravano una coppia serena; li si vedeva spesso affacciati sul balcone a chiacchierare tranquillamente. Una vicina, legata a Maria da un rapporto di amicizia molto saldo, dice di essere “sconvolta”. Probabilmente il matrimonio ha avuto questo triste e tragico epilogo per motivi di gelosia.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche