Tentazione Lloriente - Notizie.it
Tentazione Lloriente
Inter

Tentazione Lloriente

Calda estate quella di Fernando Llorente, il giocatore dell’Atheltic Bilbao è stato corteggiato da mezza Europa, anche la Juventus voleva acquistare il suo cartellino; l’affare è però sfumato in quanto il club spagnolo richiedeva per intero la clausola rescissoria del cartellino, cartellino che per inciso scade nel giugno del 2013.

Ora gli agenti del giocatore sembrano aver proposto le prestazioni del ventisettenne di Pamplona alla società nerazzurra, interesse che al momento sembra fattibile ma…

Ad inizio stagione i vertici nerazzurri pensavano ad un giocatore che potesse ricoprire il ruolo di vice-Milito, dopo qualche tentennamento di inizio campionato dove però il principe non ha brillato molto, ha incominciato a farsi strada l’idea di valutare anche l’acquisto di un giocatore che possa divenire la punta di riferimento.

L’attaccante spagnolo essendo in scadenza di contratto accetterebbe Milano, e qualsiasi altra piazza, dietro di un forte aumento dell’ingaggio; i vertici nerazzurri stanno comunque soppesando i dettagli dell’operazione.

L’esborso economico per lo stipendio del giocatore, si parla di una richiesta di 5 milioni di euro, sarebbe certo compensato dal mancato pagamento del cartellino del giocatore, però…

Milito è stato confermato dopo una lunga estate, Pazzini al contrario è stato immolato sull’altare Milan per arrivare a Cassano, pur sapendo che Pazzini era più giovane dell’argentino e che potenzialmente era un giocatore fra i più forti in Italia.

Nel campionato spagnolo le difese sono più allegre di quelle italiane, il valore di un giocatore deve essere quindi valutato con molta attenzione.

A questo aggiungiamo poi che sicuramente dietro il giocatore molti altri club sono in attesa e ultimamente le disponibilità italiane non risultano più essere favorite.

Il giocatore è sicuramente interessante e nel pieno della carriera ma ci sono diversi rischi, inoltre un giocatore rende in funzione della squadra; Maradona era un grandissimo calciatore ma a Napoli predicava nel deserto, quando i vertici societari incominciarono a disegnare e comprare giocatori di peso nacque il grande Napoli.

Cereda Stefano

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Stefano Cereda 439 Articoli
Laureato in Scienze Storiche all'Università Statale di Milano, relatore in un convegno patrocinato dalla Provincia di Lecco sui 150 anni dell'Unità d'Italia, per il medesimo convegno autore di un saggio sul Risorgimento.