Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Teramo news: infermiere ripuliva test antidroga, 2 arresti
Cronaca

Teramo news: infermiere ripuliva test antidroga, 2 arresti

Teramo News

Arrestati a Teramo con l'accusa di corruzione due dipendenti dell'Ospedale Civile di Giulianova. I due avevano messo a punto un piano per ripulire i test antidroga effettuati nella struttura.

Teramo news, arrestati un infermiere e un automobilista entrambi in servizio presso l’Ospedale Civile di Giulianova. L’accusa è di concorso in corruzione. L’infermiere offriva un “servizio” alquanto particolare, offrendosi di ripulire, in cambio di somme cospicue di denaro, i test antidroga. Stando alle indagini sarebbero state scambiate e ripulite le provette di sangue dell’automobilista sorpreso alla guida sotto effetto di sostanze stupefacenti. Gli arresti sono stati eseguiti dalla polizia a termine di un’indagine avviata nel 2016.

Teramo News

La polizia di Teramo ha scoperchiato un vero e proprio sistema, studiato a tavolino da un infermiere e un automobilista entrambi in servizio presso l’Ospedale Civile di Giulianova. I due arrestati, colpevoli per reato di concorso in corruzione, offrivano da diverso tempo un “servizio” che permetteva di ripulire i test antidroga effettuati presso la struttura sanitaria. Stando alle ultime Teramo News, il primo a usufruire del “servizio” sarebbe stato proprio l’autista dell’ospedale, sorpreso alla guida sotto effetto di stupefacenti.

Il reato

Il reato commesso dagli arrestati è quello di concorso in corruzione.

Tutto ha avuto inizio circa un anno fa presso l’Ospedale Civile di Giulianova. nella struttura sanitaria lavoravano un infermiere e un automobilista. Quest’ultimo è risultato positivo ai periodici test antidroga, mentre era in servizio. A quel punto è stato messo a punto il “servizio” dall’infermiere, resosi disponibile di ripulire i test antidroga, dietro il pagamento di cospicue cifre in denaro. Il servizio sarebbe stato poi offerto più volte e non solo all’autista, secondo quanto riportato dalle ultime Teramo News.

Le indagini

Le indagini portate avanti dai poliziotti della Polizia Stradale di Teramo del distaccamento di Giulianova, sono state avviate a maggio 2016. Le forze dell’ordine hanno fatto scattare le indagini a seguito di un controllo antidroga effettuato all’automobilista. In base a quanto riportato dalle ultime Teramo News, la polizia avrebbe effettuato nel 2016 un test antidroga all’automobilista, mentre questi era in servizio. Il test era risultato positivo alla cocaina, per questo erano stati disposti i successivi controlli tramite prelievo ematico presso l’Ospedale Civile di Giulianova.

Le false analisi

Una volta che i risultati dei test antidroga effettuati dalle forse dell’ordine venivano sottoposti al controllo ematico, entrava in gioco l’infermiere.

Anche questi dipendente presso l’Ospedale Civile di Giulianova, complice dell’automobilista, aveva studiato un sistema per ripulire i test antidroga risultati positivi. Il “servizio” messo a punto dall’infermiere non si rivolgeva al solo autista risultato positivo alla cocaina nel 2016. Ben presto l’autista e l’infermiere complici, hanno messo a punto un vero e proprio sistema. Secondo quanto raccontato dalle ultime Teramo News, l’infermiere era solito scambiare e ripulire le provette di sangue degli automobilisti sorpresi alla guida sotto effetto di stupefacenti, dietro pagamento di denaro. Contestati anche i reati di favoreggiamento e falsità ideologica in atti pubblici.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche