Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Teresa: il robot-avatar che aiuta le persone lontane
Scienza & Tecnologia

Teresa: il robot-avatar che aiuta le persone lontane

Teresa: il robot-avatar che aiuta le persone lontane
Teresa: il robot-avatar che aiuta le persone lontane

Teletrasportarsi o sdoppiarsi non è possibile, ma il robot Teresa segna un grande progresso nel campo delle telecomunicazioni.

Teresa è un progetto di durata triennale, finanziato dall’unione europea, che coinvolge diversi paesi, il cui scopo è diffondere un sistema di telepresenza semi-automatico che porterà la telecomunicazione a un livello più realistico ed efficace.

Questo sistema è composto da un Robot in grado di spostarsi, dotato di uscita video, uscita audio e microfoni. Teresa può essere comandato in remoto, tramite l’utilizzo di un computer, e il suo funzionamento permette di interagire con le persone presenti nel luogo in cui è collocato simulando la propria presenza, non solo virtualmente ma in modo fisico.

Questo sistema avanzato di telepresenza offre numerosi vantaggi rispetto ai moderni sistemi di teleconferenza, infatti il Robot essendo fisico, simula, in parte, la presenza della persona stessa, che è come se partecipasse realmente all’evento, cosa che nessun software al momento è in grado di fare.

Teresa è dotato anche di una semi intelligenza, un sistema che gli permette di svolgere alcune interazioni con le persone, pensiamo a come può cambiare la vita di un anziano che abita da solo e potrà connettersi direttamente con un centro di assistenza, se ne avesse bisogno.

Un sistema di questo tipo potrebbe trovare impiego in centri di assistenza, ospedali, scuole.

Gli sviluppatori del progetto si dicono inoltre fiduciosi in future applicazioni e soprattutto nello sviluppo di nuove tecnologie che possano sfruttare lo stesso sistema.

Al momento il progetto è ancora in fase di sviluppo e non è possibile prevederne un prezzo e se sarà da subito disponibile su larga scala o riservato a determinati settori di mercato, di certo la robotica sta facendo progressi enormi e Teresa ne è una conferma che può incentivare anche altre case alla produzione di meccanismi simili, mmagri con funzioni aggiuntive che renderebbero l’interazione ancora più ampia e realistica.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche