×

Termini Imerese, muro crollato in strada: detriti davanti alle abitazioni e paura tra i residenti

Un muro di contenimento è crollato a Termini Imerese creando il panico tra i residenti: fuori dalle abitazioni si sono accumulati diversi detriti.

termini imerese muro crollato

Paura a Termini Imerese, nella città metropolitana di Palermo, dove nella mattinata di giovedì 13 gennaio 2021 un muro di contenimento è crollato finendo in strada e lasciando numerosi detriti davanti alle abitazioni. Sul posto si sono subito precipitati i soccorritori che hanno scavato tra le macerie alla ricerca di eventuali persone bloccate, ma al momento fortunatamente non si segnalano feriti o dispersi.

Muro crollato a Termini Imerese

I fatti si sono verificati nella zona sotto la chiesa di Santa Lucia, dove i cittadini hanno raccontato di aver udito un forte boato e temuto si trattasse di un terremoto. Il muro ha ceduto parzialmente ed è crollato inizialmente su una piccola stradina e poi su una scalinata sottostante che porta a un’altra strada dove si affacciano diverse abitazioni private. A causare il crollo, secondo le prime informazioni, potrebbe essere stato il cedimento del terreno dopo il maltempo e le forti piogge delle ore precedenti che hanno anche allagato diverse parti della città.

Dopo i fatti, sono accorso sul posto i Vigili del fuoco, i Carabinieri, i Vigili urbani e la Protezione civile che ha iniziato a scavare tra le macerie per verificare se qualcuno fosse stato sommerso dai massi. Nel frattempo le autorità hanno chiuso la strada in attesa di mettere in sicurezza la zona ed eliminare i detriti che sono arrivati anche davanti alle porte di alcune case.

Muro crollato a Termini Imerese: la protesta dei cittadini

Non sono tardate ad arrivare le proteste e le lamentele dei residenti, che da anni denunciano la pericolosità del muro di contenimento così vicino alle loro abitazioni. “Da anni facciamo denuncia in merito alla pericolosità del muro“, hanno dichiarato in molti sui social network.

Contents.media
Ultima ora