×

Nuovo terremoto M 4.6, ancora paura tra Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo

c2d8af1aa747c376ddc06f2393954820 12881 k2d U10903012533016F 1024x576@LaStampa 768x432

Sono ormai decine le scosse di assestamento di magnitudo superiore al grado 3 della scala Richter, che si sono susseguite dopo il violento terremoto, il più forte dal 1980 ad oggi, registrato tra Umbria e Marche questa mattina. Centinaia se si consiederano anche i terremoti lievi registrati dalle 8 di questa mattina ad ora: e poco fa, alle 13.07, Ingv ha confermato un nuovo terremoto tra i più intensi della mattinata: ha toccato una magnitudo 4.6 ed ha avuto epicentro in provincia di Perugia ed un ipocentro a 9,7 km.

Purtroppo la conta dei danni, visionando i filmati resi noti in queste ore, rischia di essere terribile: oltre a paesi già rasi al suolo dalle scosse di agosto, come Accumoli, ve ne sono altri come Norcia che non hanno retto alla violenza del sisma odierno.

Vi sono enormi fratture nelle strade e anche crolli di porzioni di montagne; una situazione insomma davvero drammatica che è al momento difficile da descrivere nella sua interezza.

Ci vorranno settimane per fare il punto della situazione nella sua globalità e capire come procedere per gli interventi di ricostruzione che, si teme, richiederanno molto tempo.

Contents.media
Ultima ora