×

Terremoto Mediterraneo, scossa M 4.7 avvertita sulla costa

Scossa di terremoto di magnitudo 4.7 nel pomeriggio sulla Costa tunisina, di fronte alla Sicilia. Per ora non si registrano danni o ferimenti.

default featured image 3 1200x900 768x576

Un terremoto di magnitudo 4.7 della scala Richter è avvenuto oggi 8 marzo 2018 sulla Costa tunisina, di fronte alla Sicilia. Si è verificato nel pomeriggio alle 16:42 ora locale, le 17.42 in Italia. Per il momento non si hanno notizie di danni a cose o ferimenti di persone.

Il sisma è stato localizzata dalla Sala Sismica INGV-Roma.

Il sisma

La localizzazione

Per la precisione la scossa è stata avvertita nei quartieri di El Menzah, Raoued, Jardins de Carthage, Ennasr, La Soukra a Tunisi ed anche fuori dalla capitale tunisina, a Ras Jebel, ad una trentina di chilometri da Biserta.

L’Istituto nazionale di Meteorologia tunisino (Inm) ha reso noto che è stata di 4.7 gradi della scala Richter alle 17.42. Sulla magnitudo concorda l’INGV, che parla di una localizzazione di fronte a La Marsa, ad una profondità di circa 20 chilometri.

Gli ultimi precedenti

In questi ultimi anni, non è stata la prima volta in cui la terra ha tremato sulla Costa tunisina. Ma tra ieri ed oggi ci sono stati altri eventi sismici anche sull’Etna: questa mattina alle 09:49 uno di magnitudo 2.8 con ipocentro situato 1 km di profondità, poi un altro di magnitudo 2.5 sei minuti più tardi a 2 km di profondità.

Da tre giorni si registrano piccoli smottamenti nella zona. Tre scosse sono state avvertite soprattutto nelle vicinanze della funivia del vulcano, quindi in superficie.

Etna

Inoltre, ieri si è verificata una forte scossa di terremoto nel basso Tirreno, con epicentro sul vulcano sommerso Marsili. Idem sulle Isole Eolie, a Stromboli: il boato e il tremore sono stati talmente forti, da essere avvertiti anche in Calabria.

Il terremoto in Papua Nuova Guinea

Una nuova forte scossa di 6.7 di magnitudo secondo la scala Richter, è avvenuta in Papua Guinea, a pochi giorni dal devastante sisma 7.5 che ha avuto come epicentro Koroba. Oltre cento i morti accertati e centinaia di feriti.

Terremoto Papua Nuova Guinea

Distrutti interi villaggi, le loro infrastrutture, e centinaia le frane che hanno bloccato il traffico, creando gravi disagi in questa zona montagnosa. Lo ha riferito la Croce Rossa Internazionale sulla base di dati messi a disposizione dalle autorità provinciali. Inoltre migliaia sono gli sfollati, che non hanno più a disposizione cibo o acqua pulita.

Un telegramma di cordoglio per la tragica situazione è arrivato anche da Papa Francesco tramite il cardinale segretario di Stato vaticano Pietro Parolin. Il pontefice esprime vicinanza nella preghiera anche nei confronti di quanti sono impegnati alacremente nei soccorsi.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora