Terremoto violento alle Fiji, sisma di magnitudo 8.1
Terremoto violento alle Fiji, sisma di magnitudo 8.1
Esteri

Terremoto violento alle Fiji, sisma di magnitudo 8.1

scossa sismica

Scossa sismica con piccole onde di tsunami registrata nell'area delle Fiji durante la notte. A Lombok in Indonesia, nuova scossa di magnitudo 6.3

Una violenta scossa sismica, di magnitudo 8.1, è stata registrata dall’Istituto geologico statunitense alle Isole Fiji ad una profondità di 559 chilometri. Il sisma si è verificato nella notte, sollevando anche piccole onde di tsunami. In mattinata si è ripetuto con una nuova scossa sismica di magnitudo 6.8.

Fiji e Tonga scossa di magnitudo 8.1

La prima scossa di terremoto si è verificata con epicentro in mare aperto, nell’oceano Pacifico. In base alle prime informazioni, la violenta scossa sismica non sembra aver provocato danni significativi in superficie. La profondità ha consentito alle onde sismiche di dissiparsi quasi completamente prima di arrivare al suolo. Il centro di allerta tsunami dell’oceano Pacifico ha registrato “piccole onde di tsunami” intorno alle isole.

Violenta scossa sismica e piccoli tsunami

“Un terremoto di magnitudo 8.1 ha colpito nell’Oceano Pacifico vicino a Fiji e Tonga, ma era così profondo che non ci si aspettava che causasse alcun danno”, ha reso noto l’US Geological Survey (USGS). Anche il Centro di allarme per gli tsunami negli Stati Uniti dichiara che il terremoto era troppo profondo per causare uno tsunami.

Il sisma è stato 347,7 miglia (560 km) sotto Terra.

L’Anello di Fuoco è zona a rischio

Il terremoto era stato inizialmente riportato come magnitudo 8. In seguito è stato aggiornato a 8.1. Una potenza che avrebbe potuto causare una catastrofe, se l’epicentro della scossa sismica non fosse stato così profondo. L’epicentro è stato infatti individuato a 270 km a est di Levuka nelle Fiji e a 275 miglia (443 km) a ovest di Neiafu a Tonga. L’Unità sismologica del governo ha diramato un comunicato per avvisare i residenti che il sisma “non presenta alcun rischio”. L’area è quella dell’anello di fuoco del Pacifico, segnata da frequente attività sismica per la collisione tra le placche dei continenti.

Lombok trema ancora: nuovo terremoto

Nella notte una scossa sismica di magnitudo 6.3 si è verificata anche sull’isola di Lombok. L’isola è ancora in ginocchio per il catastrofico terremoto delle scorse settimane. Il disastro naturale ha provocato la morte di 460 persone agli inizi di agosto. Nuove scosse sono state avvertite sull’isola anche nei giorni scorsi. “Stavo guidando per consegnare gli aiuti agli sfollati quando improvvisamente il palo dell’elettricità stava ondeggiando, ho capito che si trattava di un terremoto. La gente ha iniziato a urlare e piangere, sono corsi tutti in strada“, ha dichiarato ad AFP Agus Salim, residente a Lombok Est..

Terremoto a Lombok: la situazione attuale

L’Indonesia, un arcipelago di migliaia di isole, si trova nell’area dell’ “Anello di Fuoco” del Pacifico. Nell’area si scontrano placche tettoniche che danno origine ad una forte attività sismica. Anche nei giorni scorsi si sono registrate nuove intense scosse nella zona di Lombok, già duramente colpita dal terremoto di questa estate. Lo U.S. Geological Survey ha reso noto che l’epicentro della scossa sismica di questa notte è stato rilevato a 6 km nordest da Sembalunlawang. La profondità dell’epicentro è di 7.9 km. Il tremore è stato avvertito soprattutto nella parte orientale dell’isola. Non si hanno al momento notizie di danni a persone o cose.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche