×

Terribile caduta della ciclista Balsamo prima dello sprint decisivo

Terribile caduta della ciclista Balsamo prima dello sprint decisivo nel velodromo: perfino il presidente della giuria è stato portato via in barella

Il momento della caduta della Balsamo

Terribile caduta della 23enne ciclista cuneese Elisa Balsamo prima dello sprint decisivo: durante l’Omnium donne all’Izu Velodrome di Tokyo perde il controllo all’ultimo giro, sbanda  e dopo aver colpito una collega viene coinvolta in un incidente terribile innescato involontariamente dall’atleta polacca Daria Pikulik.

Viene da dire non solo ori dunque per l’Italia, ma anche sfortuna e tenacia. E l’esito di quel sinistro è stato rovinoso, oltre che fatale per le mire di gloria della campionessa italiana, con molte altre cicliste che sono cadute a terra in una sorta di “bolgia su pista”. Bolgia che ha finito per coinvolgere anche alcuni giudici

Terribile caduta della ciclista Balsamo, perfino un giudice portato via in barella

Insomma, un bilancio disastroso, da dimenticare, con lo stesso presidente di giuria preso in pieno e portato fuori dall’impianto in barella. Per fortuna un bilancio collettivo quanto immediato di quel botto ha permesso a tutti di tirare un sospiro di sollievo, dato che nessuna delle persone coinvolte ha accusato traumi particolari. Poco da fare, quando si ha a che fare con una disciplina che implica il raggiungimento di velocità pari o addirittura superiori ai 55 km all’ora la cautela è d’obbligo e ci si può fare davvero molto male. 

Al velodromo Izu terribile caduta della ciclista Balsamo, che si rialza e conclude il round

E la povera Balsamo è rovinata a terra proprio nel momento topico di una gara difficilissima, quando cioè stava effettuando un tentativo di sprint decisivo nello Scratch. Elisa si è rimessa in piedi acciaccata ma la sua tenacia straordinaria le ha permesso di chiudere comunque la prima frazione di gara. Eppure i danni, almeno in termini di dolore, ci sono stati: Balsamo ha ha battuto la schiena sul legno del velodromo. Poi le è arrivata letteralmente addosso l’egiziana Ebitissam Zayed Ahmed

La voglia di riscatto della ciclista Balsamo dopo la terribile caduta

L’atleta è rimontata in sella ed ha concluso il primo round, mentre le altre atlete contuse si sono ritirate. Elisa Balsamo è nata nel 1998 ed è affiliata al Gruppo Sportivo Fiamme Oro. La sua prova si è conclusa al 14mo posto ma, dato il suo caratterino di acciaio, la voglia di riscatto per Parigi 2024 è quasi palpabile nell’aria. A vincere la sfortunata gara per l’atleta italiana è stata l’americana Jennifer Valente. Sul podio con lei la giapponese Yumi Kajihara, fregiata dell’argento, mentre il bronzo è andato all’olandese Kirsten Wild.

Contents.media
Ultima ora