> > Terrorismo Londra, fermato con coltelli: progettava attentato

Terrorismo Londra, fermato con coltelli: progettava attentato

downing street

Terrorimo Londra: un uomo è stato fermato a Londra con due coltelli da cucina nell'area vicino a Dowing Street. per Scotland Yard la vicenda è chiusa

Terrorismo Londra ancora in primo piano con la Polizia londinese che ha fermato ed arrestato un uomo che era in possesso di due grossi coltelli da cucina e che è stato trovato vicino a Parliament Street, in pieno centro della capitale inglese.

Il posto si trova esattamente tra il palazzo di Westmister, sede del Parlamento e i principali palazzi governativi dell’area di Whitehall. Zona in cui si trova anche Dowing Street. La nota di Scotland Yard spiega che non ci sono stati feriti e che l’incidente è da considerarsi chiuso.

L’uomo arrestato viene indicato come una persona che stava per “progettare un attentato come riferito ancora dalla Polizia londinese. Peraltro ancora non si conoscono né l’obiettivo né tanto meno le sue intenzioni.

L’uomo era tenuto sotto osservazione da un po’ di tempo dalla Polizia londinese e pedinato a piedi. Il tutto è avvenuto nel primo pomeriggio. Quando è stato arrestato aveva i coltelli all’interno di uno zainetto; subito interrogato è stato poi portato via con una camionetta. L’episodio è avvenuto nello stesso punto in cui circa un mese fa avevano perso la vita cinque persone, tra cui un poliziotto e l’allora attentatore.

In questa circostanza per fortuna non si sono verificate vittime e tutto si è risolto solamente con un grande spavento per i passanti e la popolazione in generale. L’allarme in realtà è durato molto poco. L’uomo è stato fermato mentre stava attraversando la strada, dopo una breve colluttazione nella quale il fermato si è ferito ad una mano.

Per terra sono rimasti lo zaino e due coltelli che probabilmente, il condizionale è d’obbligo ovviamente, il possibile attentatore aveva estratto quando gli era stato intimato l’alt dalla Polizia.

Lo forze dell’antiterrorismo, l’Mi5, sono intervenute questa volta in tempo, prima che si potesse verificare un attentato.

Sulla scena dell’avvenuto non ci sono stati fuggi fuggi o problemi per la viabilità ordinaria. Grande l’efficenza di Scotland Yard e delle forze antiterroristiche inglesi che hanno fermato l’uomo in tempo prima che potesse realmente effettuare un attentato nella Capitale londinese.