×

Terzigno:riprendono le proteste contro la discarica, autocompattatore dato alle fiamme

Terzigno – La tregua è durata poco, gli abitanti di Terzigno tornano a presidiare la rotonda di via Panoramica. La ragione della ripresa delle proteste è scaturita dopo il vertice tenuto in prefettura a Napoli, presieduto da Bertolaso, al termine del quale i mezzi della nettezza urbana sono stati autorizzati a sversare i rifiuti a Cava Sari. Sebbene le proteste non siano state veementi come nei giorni precedenti, probabilmente perché tra la popolazione la notizia ancora non si era diffusa, va registrato l’incendio di un auto-compattatore in via Zabatta. L’autista del mezzo è stato fatto scendere da ignoti, prima che la cabina venisse data alle fiamme, probabilmente con una bottiglia molotov. Intanto il sindaco Iervolino accusa Bertolaso ed il governo

«Ci hanno lasciato nel caos non sappiamo dove andare a scaricare, non c’è nessuno che decida – il sindaco poi prosegue dicendo – Fino a una settimana fa il capro espiatorio era la nostra azienda Asia poi, quando è morto sul lavoro un povero operaio di Portici, per fortuna hanno avuto pudore. Oggi la colpevole divento io, mi sembra una commedia».

L’impressione è che la soluzione all’annoso problema dei rifiuti di Napoli, sia ancora lontano nonostante il “gratuito” ottimismo paventato da Bertolaso e Berlusconi

Scrivi un commento

1000

Leggi anche