Thailandia, fiamme su un autobus: 20 morti
Thailandia, fiamme su un autobus: 20 morti
Esteri

Thailandia, fiamme su un autobus: 20 morti

autobus

Un terribile incendio ha distrutto un autobus e con esso le vite di 20 passeggeri. Altri 27, invece, sono riusciti miracolosamente a salvarsi

Un terribile incendio ha spento la vita di 20 persone. Le povere vittime stavano viaggiando su un autobus per recarsi a lavoro. Erano tutti operai. Il mezzo ha preso fuoco non lontano da Bangkok, durante la notte, lungo il confine con la Birmania. Lo hanno tristemente reso noto le autorità locali. Ci sono, comunque, 27 sopravvissuti alla tragedia. La Thailandia è il secondo stato con il maggior numero di incidenti stradali. Peggio del paese asiatico ci sarebbe, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, solo la Libia.

Autobus incidente Thailandia

Tragedia nella notte thailandese. Lungo il confine con la Birmania, 20 operai, che viaggiavano su di un autobus a due piani, sono morti tra le fiamme di un incendio. Le vittime si stavano recando a lavoro. Ci sono anche 27 sopravvissuti per miracolo. Il mezzo era un autobus a due piani. Il conducente, che configura tra i superstiti, ha dichiarato che il rogo si è innescato nella parte centrale del mezzo.

Le persone situate nella parte anteriore dell’autobus sono riuscite a salvarsi, ma per le altre non c’è stata nessuna speranza.
La Thailandia è, dopo la Libia, il paese con il maggior numero di incidenti stradali. Soltanto dieci giorni fa, un autobus di turisti è uscito fuori di strada. Nell’incidente hanno perso la vita 18 persone. Ben 33, invece, sono rimaste ferite. Il giorno successivo, un altro autobus, che stava portando degli studenti in gita scolastica, si è ribaltato a causa della pioggia ed ha ferito 39 persone.

Autobus incidenti Turchia

Il 23 marzo scorso, c’è stato un incidente simile in Turchia. All’interno di un autobus si è letteralmente manifestato l’Inferno, causato da un incidente stradale. Il drammatico scontro ha avuto luogo nella provincia di Corum. Qui, un autobus proveniente da Istanbul e diretto a Tokat ha tamponato un mezzo pesante. Si trattava di un camion, con targa straniera, parcheggiato al bordo della strada. In seguito all’impatto, il bus ha letteralmente preso fuoco.

Spento l’incendio, c’è stato il raccapricciante spettacolo della carcassa dell’autobus.
L’Inferno che si è scatenato ha presentato un conto da pagare abbastanza alto. Infatti, al momento, si contano ben 13 morti. A rendere il tutto ancora più lugubre, il fatto che tra i deceduti ci sono anche dei bimbi. Purtroppo c’è da rimanere col fiato sospeso. Infatti, sono da annoverare anche 20 feriti.
Emine Gungor, che ha avuto la fortuna di salvarsi insieme al suo bambino, ha dichiarato ai media che la maggior parte dei viaggiatori stava dormendo al momento del terribile incidente. Ha affermato: “Si è sentita un’esplosione, tutti i vetri si sono rotti. Poi coloro che sono riusciti a fuggire si sono salvati, gli altri sono morti tra le fiamme”.

Purtroppo, quanto accaduto sa di già visto in Turchia. Solo il 20 gennaio scorso, infatti, ha avuto luogo un altro incidente mortale. In quel drammatico caso, un bus con un gruppo di sciatori proveniente da Ankara e diretto a Bursa, nell’ovest della Turchia, è uscito di strada schiantandosi contro gli alberi.
Nel terribile impatto, sono decedute 11 persone.

Altre 44 sono rimaste invece ferite in seguito all’incidente.
Stando a quanto trapelato dalla polizia, l’autista, tra i sopravvissuti, ha sterzato improvvisamente per evitare di investire un cane sulla strada. Purtroppo, in questo modo ha perso il controllo del mezzo. Le condizioni della strada, secondo quanto diffuso dalle autorità, erano buone.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche