THE FIFTYNINERS + REKKIABILLY - Notizie.it
THE FIFTYNINERS + REKKIABILLY
Bari e Puglia

THE FIFTYNINERS + REKKIABILLY

Riff esplosivi e ritmiche adrenaliniche si fondono sapientemente con melodie fifties e riverberi a nastro. THE FIFTYNINERS da subito fanno capire da che parte stanno, scegliendo la sola versione in vinile per impacchettare il loro psychobilly marchiato a fuoco dal r’n’r di Gene Vincent ed Eddie Cochran (Thinkin’ Trippin’ Burnin’ – 8 Rec. 2007). Un gran numero di concerti su e giù per lo stivale, numerosi consensi da parte di pubblico e critica e la pubblicazione del secondo lavoro in studio intitolato Psychorama – (Twelve Records) da novembre 2010 in tutti i negozi di dischi e nei principali canali di diffusione online. Rock’n’roll is dead?! Ascoltateli prima di giungere a conclusioni affrettate!
www.thefiftyniners.net

Nati con l’intento di contaminare il rock’n’roll con swing, punk, surf, jazz e ska, i REKKIABILLY fin dagli esordi si distinguono nella scena musicale italiana per aver contrabbandato il sound tipico degli anni Cinquanta nelle più moderne suggestioni musicali.

La loro musica suona come Stray Cats e Robert Gordon, mentre sax e tromba spaziano con disinvoltura dal jazz di New Orleans ad atmosfere messicane e western. I Rekkiabilly si sono esibiti nelle più importanti manifestazioni italiane del loro genere ed hanno anche suonato al FIMU di Belfort nel 2007 e al Sziget Festival di Budapest nel 2008. La band ha diviso il palco con artisti del calibro di Jon spencer e Matt Verta Ray, Apres la Classe, The Hormonauts, Giuliano Palma & the Bluebeaters, Vinicio Capossela, Di Maggio Bros, Robert Gordon, Marta sui tubi, Max Gazzè, Banda Bardò, Folkabbestia. Sono da poco reduci da un tour in Germania che li ha visti suonare nei migliori locali di Monaco e di Berlino.
www.rekkiabilly.com

Selezioni musicali RocKcult – MISSPIA

INGRESSO LIBERO – CONSUMAZIONE OBBLIGATORIA 5€

venerdì 4 novembre alle ore 22.00

DEMODE’ CLUB – Via Dei Cedri, 14 – Modugno/BARI

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*