> > Tide Pod Challenge, 37 intossicati per la nuova sfida social

Tide Pod Challenge, 37 intossicati per la nuova sfida social

tide pod challenge

Impazza la Tide Pod Challenge, pericolosa sfida social che consiste nel mangiare capsule di detersivo per lavatrici. 37 intossicazioni negli USA

E’ scattato l’allarme Tide Pod Challenge, nuova pericolosa sfida social tra i giovanissimi.

La tendenza, consiste nel mangiare capsule di detersivo per lavatrici. Negli Stati Uniti, nel giro di pochi giorni, sono stati registrate 37 intossicazioni. La Consumer Product Safety Commission, afferma la Cbs, ha lanciato un appello ricordando che l’ingestione del detersivo contenuto può aver effetto mortale. Molti ragazzini hanno postato video dove sono impegnati nella Tide Pod Challenge.

Tide Pod Challenge

A volte si rimane stupefatti da quello che può passare per la testa.

La Tide Pod Challenge è folle sia per la pericolosità alla quale può esporre, sia per la concezione stessa. Purtroppo, questa nuova sfida social è diventata molto diffusa tra gli adolescenti. Negli Stati Uniti, in quest’anno, siamo già a 37 intossicazioni. Si è sulla buona strada per battere il record dello scorso anno, che ha registrato 220 intossicazioni.
La challenge consiste nel mangiare capsule di detersivo per lavatrici. A volte, invece, queste vengono tenute in bocca fino a far uscire dalla stessa la schiuma.

Meglio se il tutto viene documentato con un video, in modo da mostrarsi ad amici e conoscenti sui vari social.

tide pod challenge

Emergenza USA

La situazione è di emergenza. La Consumer Product Safety Commission, ha dichiarato la Cbs, ha lanciato un appello ricordando che l’ingestione del detersivo contenuto può essere fatale.

L’ingestione delle capsule può portare a vomito, difficoltà respiratorie e perdita di coscienza, con i sintomi più gravi per le persone che hanno delle malattie precedenti, ma le conseguenze possono essere molto peggiori.
Ann Marie Buerkle, direttrice della Consumer Product Safety Commission, ha affermato che ciò che è cominciato come un gioco, stupido e pericoloso, ora si è spinto troppo oltre.

Sempre negli Stati Uniti, sono stati registrati almeno dieci decessi per le conseguenze dell’ingestione.

Due bambini sono coinvolti, negli altri otto casi si tratta di anziani con demenza. Alcune associazioni di consumatori hanno chiesto alle aziende di cambiare l’aspetto delle capsule. Questo per renderle meno attrattive soprattutto per i bambini, con colori meno brillanti.

Stupida challenge

Si tratta di una situazione sconcertante. In questo caso, deve essere massimo l’impegno dei genitori, o di chi svolge questo difficilissimo mestiere, e degli insegnanti per stroncare questa tendenza. La cosa grave, è che ad essere coinvolti sono molti ragazzi adolescenti, che quindi dovrebbero aver raggiunto una maturità sufficiente da evitare questa stupidaggine. Bisogna agire spiegando bene le gravi conseguenze che si hanno dall’ingerire capsule di detersivo. Bisogna mettere in chiaro che non è un gioco e nemmeno una prova di coraggio di cui andare fieri. Per fortuna, in Italia, almeno per ora, non sembrano esserci casi direttamente riconducibili alla Tide Pod Challenge. Tuttavia non bisogna abbassare la guardia, perché può bastare poco per finire in una situazione di emergenza.