×

TikTok: i giovani in vacanza segnalano un nuovo misterioso virus. Cosa c’è di vero?

Occhi rossi e febbre, questi sarebbero alcuni sintomi, ma il comune di Gallipoli ha confermato che il virus di cui si parla su TikTok sia una bufala.

Gallipoli

Intorno a metà agosto è stato oggetto di discussione su TikTok un misterioso (e mai identificato) virus che avrebbe colpito molti ragazzi su varie spiagge, tra cui Gallipoli, Riccione  Corfù. I sintomi sarebbero stati simili a quelli del Covid-19, tra cui occhi rossi e febbre.

Un tema che aveva suscitato molta paura se si pensa che l’Italia ha negli ultimi anni dovuto fare i conti con l’epidemia da coronavirus più altre patologie preoccupanti (e più recenti) come il famigerato vaiolo delle scimmie e l’allarme peste suina.

I lettori possono tuttavia stare tranquilli, in quanto questa misteriosa nuova malattia altri non è che una bufala bella e buona. Lo ha confermato qualche settimana fa il comune di Gallipoli, il quale ha annunciato querele verso coloro che hanno tentato di gettare fango sulla città.

Del resto nulla, è stato rilevato al momento dal punto di vista scientifico. Ringraziando l’assessora all’Ambiente Rossana Nicoletti per le sue dichiarazioni chiarificatrici, in questo articolo si riassumerà la verità dei fatti. 

TikTok, virus misterioso e inesistente: i dati non ci sono

Come si legge da Wired, l’infezione sarebbe stata di tipo virale o batterica e avrebbe colpito soprattutto i giovani di una fascia d’età compresa tra i 18 e i 20 anni.

Tuttavia, i dati scientifici sono incerti e manca al momento una valutazione epidemiologica completa che possa accertare l’esistenza di una simile patologia. I sintomi sarebbero occhi rossi, spossatezza, raffreddore, mal di gola. Strano però che il numero di ricoveri e di accessi al pronto soccorso non abbia subito alcun aumento significativo. Insomma, ora come ora i video su TikTok relativi all’argomento hanno la stessa valenza di chiacchiere da bar. 

La bufala commentata da Rossana Nicoletti 

Rossana Nicoletti ha rilasciato alcune dichiarazioni, riportate da Repubblica, relative alla verità su questo presunto virus che sarebbe stato presente anche presso le spiagge di Gallipoli. L’assesora ha rassicurato: “Abbiamo eseguito tutti gli accertamenti sulla qualità delle nostre acque di concerto con gli organi competenti e possiamo serenamente parlare di una notizia non vera. Anzi le dirò di più. Abbiamo già interpellato il nostro ufficio legale per procedere con una denuncia nei confronti di chi, in modo così frettoloso, ha voluto gettare ombre sulla nostra città e sul nostro splendido mare con un danno d’immagine per la nostra città”. 

Contents.media
Ultima ora